Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1293
MODICA - 30/08/2009
Attualità - Modica: i mezzi e i contenitori non sarebbero adeguati alla estensione della città

La ditta Puccia non gestirà la raccolta rifiuti. Nuovo appalto

L’impresa modicana doveva subentrare alla ditta Busso per via di una sentenza del Cga sulla base della quale è stata annullata la gara del precedente appalto grazie alla quale il servizio era stato affidato tre anni fa alla Busso

Nuovo appalto per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. L’amministrazione accelera alla luce della rescissione del contratto con la ditta Puccia. L’impresa modicana infatti doveva subentrare alla ditta Busso per via di una sentenza del Cga sulla base della quale è stata annullata la gara del precedente appalto grazie alla quale il servizio era stato affidato tre anni fa alla Busso.

L’amministrazione, dando seguito alla sentenza del Cga, ha pertanto sottoscritto lo scorso 17 giugno l’affedamento del servizio alla Puccia riservandosi tuttavia di verificare il rispetto delle clausole del contratto. Nel corso di questi due mesi i funzionari dell’ufficio legale ed ecologia dell’ente hanno verificato che non sussistono le condizioni per affidare l’appalto alla Puccia per cui hanno rescisso il contratto.

Nel corso di questi due mesi i funzionari hanno valutato che i mezzi non sarebbero adeguati alla estensione della città essendo in numero insufficiente così come i contenitori. Contratto dunque chiuso anche se la Puccia è andata all’attacco ed ha fatto ricorso al giudice per vedere riconosciuto il proprio diritto contestando i rilievi dei funzionari. A questo punto si profila il rischio di una interruzione del servizio visto che la Busso è stata tagliata fuori dalla sentenza del Cga e la Puccia non ha i titoli per assicurare il servizio.

«Andiamo avanti con la Busso – dice l’assessore all’ecologia Tiziana Serra - Il sindaco ha emesso un’ordinanza urgente con la quale chiede alla Busso di continuare nelle more che il consiglio approvi il nuovo bando. Noi pensiamo di chiudere al più presto perché il bando è già pronto per essere esaminato nella prossima seduta del consiglio. Gli aspetti legali ed i ricorsi riguardanti il vecchio appalto sono un’altra storia. A noi interessa assicurare la continuità del servizio alla città».