Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1439
MODICA - 04/08/2009
Attualità - Modica: il sindaco Buscema si appella al senso civico, in verità assai scarso

Modica in mano ai vandali, non c´è più rispetto

Gli ultimi episodi in ordine di tempo riguardano il nuovo ingresso della città alla fine di corso Umberto e la statua del Cristo Porta in contrada Idria
Foto CorrierediRagusa.it

Vandali in azione in tutto il territorio. Il sindaco Antonello Buscema si appella al senso civico e di responsabilità dei giovani in particolari. «La città- dice il sindaco- ha un vasto patrimonio che deve essere tutelato; chiedo ai giovani di essere responsabili e di rispettare il patrimonio e l’arredo urbano perché la città diventi attraente ed elegante.

Alle forze dell’ordine chiedo di controllare il territorio e di stroncare ogni fenomeno deviante». Gli ultimi episodi in ordine di tempo riguardano il nuovo ingresso della città alla fine di corso Umberto e la statua del Cristo Porta in contrada Idria. La statua è ormai coperta del tutto da scritte, da colori, disegni e l’ultima ripulitura delle superficie è durata solo qualche settimana. La posizione del Cristo, isolato in una sito non molto visibile, rende più agevole l’azione dei vandali. Deve essere ancora inaugurato l’ingresso della città e il parco di S. Giuseppe U’Timpuni che è stato realizzato lungo la vecchia strada per Ragusa.

I vandali non hanno avuto ritegno neanche in questo caso. Sui muretti a secco sono apparse un paio di scritte con colore nero spray inneggianti ad una ragazza mentre anche il monumento inaugurato lo scorso maggio dedicato alla memoria del piccolo Giuseppe Brafa (nella foto), il bambino modicano di 10 anni sbranato dai cani lo scorso marzo al Pisciotto, è stato danneggiato in alcuni elementi in pietra. Tutta l’area è ancora recintata perché l’amministrazione procederà alla inaugurazione del nuovo parcheggio degli autobus, delle piazzole di sosta e del percorso che porta al teatro di pietra non appena sarà attivata l’illuminazione pubblica.

E’ stata anche questa circostanza a favorire la stupida azione dei «writers» che hanno agito indisturbati nel cuore della notte visto che nel corso della giornata la zona è molto frequentata con turisti e residenti che si fermano nel vicino piazzale falcone Borsellino in attesa dei pullman.