Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1341
MODICA - 08/07/2009
Attualità - Modica: si lamentano i residenti della frazione balneare

Maganuco sporca e Modica sorda infestata dalle blatte

In via Risorgimento i disgustosi insetti la fanno da padrone

Si lamentano ancora gli abitanti della frazione di Maganuco dopo la recente visita degli operatori ecologici del comune di Modica sul litorale, qualche giorno fa, al fine di raccogliere i quasi 100 metri di alghe morte che stazionavano sulla battigia. Il motivo della tale lagnanza sta nel fatto che gli stessi operatori ecologici, dopo essere stati autorizzati dalla Capitaneria di porto di Pozzallo, non hanno effettuato il lavoro completo, togliendo 60 metri circa di alghe e lasciando l’altro 40 metri sulla battigia.

I residenti del posto, indubbiamente, ci sono rimasti male. "Eravamo contenti che i netturbini – racconta un cittadino – si fossero adoperati per la raccolta delle alghe maleodoranti. Agli stessi, finita la prima giornata di lavoro, abbiamo chiesto quando sarebbero ritornati per concludere la rimozione delle alghe. Gli operatori ecologici ci hanno tranquillizzato dicendo che il giorno dopo sarebbero tornati. È passata una settimana, nessuno, purtroppo, si è più visto. Hanno tolto una sessantina di metri di alghe morte ma, anche se è rimasta solo una parte, la puzza che proviene dalla spiaggia è impressionante".

La spiaggia, allo stato attuale, è decisamente più pulita rispetto a qualche giorno fa quando una «invasione» di alghe aveva deturpato uno fra gli scorci più belli del panorama turistico ibleo. Il comune di Modica, inoltre, dopo tanti anni, da quanto riferito dai residenti del posto, ha pure ubicato diversi cestini portarifiuti, lungo tutto il perimetro della spiaggia. Rimangono le alghe e la puzza. Adesso, però, ci vuole l’ultimo sforzo.

"Mancano gli ultimi 40 metri – dicono all’unisono più residenti – per ripulire l’arenile. Abbiamo provato a chiamare l’ufficio ecologia del comune di Modica ma sembra che non vogliano aiutarci. Speriamo in un risoluto intervento quanto prima".

Intanto a Modica non c´è pace per i residenti di via Risorgimento. Dopo la fine dei lavori per riasfaltare l´arteria, sono le blatte ad "assediare" i residenti, costretti a tapparsi in casa per evitare sgradite "visite". I cittadini si lamentano e invocano la disinfestazione per essere liberati dai disgustosi insetti.