Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1321
MODICA - 26/06/2009
Attualità - Modica: poco spazio al sentimento popolare ed alle manifestazioni folkloristiche

Modica: i festeggiamenti per il patrono San Pietro

Il programma si concentra sulla riflessione e sul vangelo
Foto CorrierediRagusa.it

Sono in corso i festeggiamenti in onore del patrono S. Pietro. Sarà la celebrazione delle 19 a segnare ufficialmente l’inizio dei festeggiamenti religiosi con la conferenza di Carmelo Raspa su «Pietro e Paolo, un vangelo, due missioni» a seguire alla Domus Petri.

Il fine settimana sarà caratterizzato anche dalla presenza delle tradizionali bancarelle che ritornano nel centro cittadino. Un centinaio gli ambulanti lungo il viale Medaglie d’oro che sarà pertanto chiuso al traffico fino a lunedì. I disagi per i residenti ed i commercianti del viale saranno contenuti grazie ad una allocazione delle bancarelle che non ostruirà gli ingressi ed i passaggi pedonali.

Il comando dei vigili urbani ha emanato una ordinanza con la quale viene regolamentata tutta la viabilità cittadina nel centro storico per i tre giorni della festa. La via Veneto sarà aperta a doppio senso di circolazione mentre in via Fiumara non sarà possibile parcheggiare. Sabato e domenica è stata sospesa la chiusura serale del corso Umberto mentre lunedì l’arteria sarà chiusa al traffico dalle 18 alle 24 e la sosta vietata. Senso unico a salire per la via Nazionale e senso unico a scendere dalla via Modica Sorda mentre in via Nazario Sauro è stato istituito il senso unico a salire in direzione del quartiere Dente.

IL FASCINO DI UNA FESTA RELIGIOSA CHE NON TRAMONTA MAI
La religiosità di S. Pietro (nella foto il duomo) contro il folklore ed il sentimento popolare di S. Giorgio. Il programma in onore di S. Pietro concede infatti poco al sentimento popolare ed alle manifestazioni folkloristiche e si concentra piuttosto sulla riflessione e sul vangelo. Non manca naturalmente l’appuntamento con la processione che si terrà lunedì prossimo con la statua settecentesca del Civiletti che raffigura S. Pietro ed il paralitico.

Nella festa di S. Pietro non ci sono «gira»,banchetti,fazzoletti rossi,ma una serie di appuntamenti laici e religiosi. I due patroni della città si mantengono così ancora distanti e riflettono un diverso approccio al sentimento religioso da parte delle due comunità parrocchiane. Il primo appuntamento è per venerdì alle 20 alla Domus Petri con una conferenza su «Pietro e Paolo; un solo vangelo, due missioni» tenuta dal biblista Carmelo Raspa.

Sabato concerto in chiesa del soprano Claudia Perrone e serata di fraternità parrocchiale. Domenica sarà il vescovo di Noto, mons. Antonio Staglianò a celebrare la messa, accompagnato dal coro della città. Lunedì giornata del patrono con la processione che prenderà il via alle 20.La festa del patrono chiuderà con i giochi pirotecnici di mezzanotte dalla collina dell’Idria. Il gruppo giovanile della parrocchia ha organizzato per il fine settimana un concerto ed una fiera del dolce il cui ricavato andrà a favore del centro di ascolto della Caritas cittadina.