Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1021
MODICA - 12/06/2009
Attualità - Modica: il ricorso al credito pro soluto è caldeggiato dal vice sindaco

Modica: Scarso ha la soluzione per le cooperative

Si pensa di sollecitare il governo regionale
Foto CorrierediRagusa.it

L’ipotesi evidenziata dall’on Riccardo Minardo e contemplata nell’art. 14 del documento finanziario della Regione Siciliana che prevede la cessione di crediti vantati nei confronti di enti pubblici territoriali, viene guardata da questa Amministrazione con molto interesse. E’ quanto sostiene il vice sindaco Enzo Scarso (nella foto) in relazione alla concreta possibilità che viene offerta ai creditori del Comune di perfezionare con banche o intermediari finanziari operazioni di cessione del credito pro soluto.

"In tal modo - sostiene il vice sindaco - si può concretamente ed immediatamente offrire nel campo dei servizi sociali, ad esempio, una risposta a tutte quelle cooperative che, vantando crediti cospicui con il Comune, non hanno avuto la possibilità di poter pagare ancora tutte le mensilità ai lavoratori, con intuibili disagi e malcontenti. La soluzione individuata dalle legge finanziaria regionale permette - evidenzia il vice sindaco - a tutte le cooperative sociali, dietro apposita certificazione che dovrebbe rilasciare il Comune, di ottenere dagli istituti bancari quella liquidità che spetta loro e che l’ente pubblico sino ad non è stato in grado di garantire con regolarità.

Intuibili - conclude Scarso - gli effetti benefici di tale norma sull’intero indotto, anche perché tale provvedimento, come è logico che sia, non riguarda soltanto il mondo del sociale ma investe positivamente tutte quelle realtà imprenditoriali che hanno stipulato con il Comune contratti di somministrazione, forniture ed appalti".

Tenuto conto della particolare attenzione che l’on Riccardo Minardo ha dimostrato nei confronti di tale istituto, il vice sindaco rivolge al parlamentare un accorato appello affinchè nella sua qualità di deputato, solleciti il Governo regionale e nello specifico l’assessore al Bilancio, ad emanare il necessario e propedeutico Decreto con il quale si andranno a prevedere le modalità attuative della norma, ivi comprese le convenzioni con gli enti interessati alla applicazione della stessa.