Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1043
MODICA - 17/05/2009
Attualità - Modica: per non dimenticare il bambino sbranato dai cani al Pisciotto

Modica: tanta commozione attorno all´albero del piccolo Giuseppe

L’abbraccio del Vescovo Staglianò e del sindaco Buscema con i genitori della piccola vittima
Foto CorrierediRagusa.it

Un albero di ulivo dedicato alla memoria di Giuseppe Brafa. Attorno all’albero piantumato nel piazzale Falcone Borsellino una grande aiuola in pietra locale con un pallone e le figure stilizzate di alcuni bambini. C’è commozione palpabile quando il vescovo Mons. Antonio Staglianò benedice l’albero e lo indica ai bambini delle scuole elementari, tra cui i compagni di Giuseppe, come « un segno della memoria» perché ci insegni a ricordare e fare del bene nella vita di ognuno.

Poi l’abbraccio con i genitori di Giuseppe (nella foto) che non hanno voluto mancare una giornata importante nella storia della città perché, come ha ricordato il sindaco Antonello Buscema « quando sono calati i riflettori dei mass media nazionali che hanno interpretato a loro modo questa vicenda ci ritroviamo oggi con una città solidale, attenta e sensibile che è la cifra vera dei nostri cittadini».

Antonello Buscema ha interrotto varie volte per commozione la sua testimonianza dei momenti successivi al dramma di Giuseppe Brafa; dal palco sul quale hanno trovato posto il vescovo ed il presidente del consiglio comunale Paolo Garofalo il sindaco ha sintetizzato con parole semplici ma sentiti il sentimento di tutta la città ed ha preso l’impegno di dedicarsi alla riapertura dell’oratorio salesiano S. Domenico Savio a Modica Alta, frequentato dallo stesso Giuseppe.

Un invito condiviso dal vescovo che ha chiesto che l’oratorio divenga centro di attrazione per i giovani con educatori e salesiani pronti a dare la loro guida. L’ulivo della memoria di piazzale Falcone Borsellino è stato realizzato grazie ai tremila400 euro raccolti nel corso del progetto «Grani di solidarietà» voluto dalle scuole e dalle associazioni di volontariato della città. Concetta Spadaro, referente del progetto, ha anche annunziato che la sezione infanzia della biblioteca comunale sarà intitolata a Giuseppe Brafa al momento della sua apertura.