Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 576
MODICA - 15/05/2009
Attualità - Modica: domani riapre in via temporanea il Santuario

Modica: tutto pronto per la festa della Madonna delle Grazie

La celebrazione eucaristica sarà officiata dal Vescovo della diocesi di Noto, Monsignor Antonio Staglianò
Foto CorrierediRagusa.it

Tutto pronto per i festeggiamenti in onore della Vergine Maria. Il Santuario della Madonna delle Grazie (nella foto di Carmelo Poidomani) aprirà le sue porte domani, in occasione della festa, dopo oltre due anni di lavori. Si tratta comunque di un’apertura limitata alla festa e non sarà neanche possibile accedere all’interno del tempio.

Il simulacro della Madonna sarà collocato all’ingresso del portale centrale, sotto l’ampio arco, sulla sommità delle scale che potranno essere calcate dai fedeli. Nelle prossime ore saranno rimosse le palizzate di lamiera del cantiere, in modo da liberare il piazzale dove, domenica, si terranno le santissime messe, ad intervalli di un’ora e mezza. Si comincerà come sempre di buon mattino, alle 6, con la cosiddetta «Marea», in occasione della quale i fedeli scendono dai quattro punti cardinali di Modica verso il Santuario, come una fiumana umana, recitando il rosario.

La celebrazione eucaristica sarà officiata dal Vescovo della diocesi di Noto, Monsignor Antonio Staglianò. Sarà presente ovviamente anche il vicario foraneo e parroco don Umberto Bonincontro, quasi del tutto ristabilitosi dopo i recenti problemi di salute. Il programma delle celebrazioni prevede la tradizionale processione alle 20 in punto,con il simulacro che giungerà fino al mercato ortofrutticolo di viale Medaglie d’Oro, per poi tornare al Santuario, di cui i fedeli potranno ammirare l’interno restaurato, sbirciando dall’ampio ingresso.

Il rientro della Madonna sarà accompagnato dalle note della banda musicale «Città di Modica», alle quali seguiranno i fuochi d’artificio. Non è stato possibile rendere accessibile il Santuario ai fedeli perché i lavori non sono stati ancora del tutto ultimati, e l’interno del tempio non risultava quindi sicuro al punto tale da poter garantire l’incolumità pubblica. Si stanno curando i dettagli stilistici in maniera certosina, come la levigazione del pavimento e la rifinitura di centinaia di metri di cornici in oro zecchino, tanto per citare due particolari. Si lavorerà anche in estate, per garantire la riapertura del Santuario, stavolta sicura e definitiva, per l’8 settembre, festa della Natività di Maria.