Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1258
MODICA - 28/04/2009
Attualità - Modica: l’appello dell’assessore modicano Elio Scifo

Occorrono soldi per i centri storici di Modica e Scicli

Per Riccardo Minardo non ci sono problemi: "L’emendamento giusto c’è già"

Soldi per i centri storici di Modica e Scicli. Li chiede Elio Scifo ai parlamentari nazionali e regionali in previsione dell’approvazione del bilancio 09’ all’Ars. Per Riccardo Minardo non ci sono problemi. « L’emendamento c’è – dice il parlamentare – L’ho presentato io ed è stato approvato in sede di prima commissione». L’emendamento prevede il finanziamento di lavori al 70 per cento per il restauro delle facciate e fino ad un massimo del trenta per cento per le restanti opere edilizie.

I contributi sono da erogare per i centri storici dell’area iblea dichiarati patrimonio dell’umanità e quindi Ragusa, Modica e Scicli. Elio Scifo, assessore ai Ll.Pp., ha rilevato nel suo appello la diversa sensibilità dei parlamentari iblei rispetto al paventato taglio dei fondi per la legge su Ibla; il fronte è stato comune per evitare che la legge su Ibla sia messa nel cassetto per sempre. Nel contempo, dice Elio Scifo, nessuno ha mosso un dito pensando alle necessità del barocco di Modica e Scicli i cui centri storici hanno bisogno di interventi sostanziosi. Riccardo Minardo si è sentito tirato in ballo ed ha risposto piccato a Scifo. Ora resta da verificare se l’emendamento proposto da Minardo sarà accolto e votato dall’aula. Questa è tutta un’altra storia.