Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 614
MODICA - 07/04/2009
Attualità - Modica: riqualificazione di via Vittorio Veneto e viale Medaglie d’Oro

Modica: centro commerciale al posto della scuola S. Marta

L’immobile, di proprietà comunale, sarà ceduto dall’ente ad una cordata di imprenditori che vi apriranno un centro commerciale con vetrine ed accessi da entrambe le arterie

Una catena di negozi al posto della scuola. Sarà trasferito altrove l’istituto comprensivo Santa Marta (nella foto) che da anni è ospitato nella storica sede che da un lato si affaccia su via Vittorio Veneto, e dall’altro sul viale Medaglie D’Oro. L’immobile, di proprietà comunale, sarà ceduto dall’ente ad una cordata di imprenditori che vi apriranno un centro commerciale con vetrine ed accessi da entrambe le arterie. L’istituto si trasferirà di circa un chilometro, nell’area che attualmente ospita il mercato ortofrutticolo nella parte terminale di viale Medaglie D’Oro e sulla quale sarà costruito un edificio nuovo di zecca che soddisfi tutte le esigenze scolastiche, in materia di comfort e, soprattutto, di sicurezza. Al contempo si concretizzerà il trasferimento del mercato ortofrutticolo in contrada Aguglie, dove da tempo si svolge quello zootecnico.

Si tratta del passo fondante del progetto complessivo di riqualificazione della zona pensato dall’assessore ai lavori pubblici Giorgio Cerruto e che comincerà tra circa un mese, con il primo passo volto alla trasformazione in isola pedonale della via Conceria, parallela al viale Medaglie D’Oro. In questa prima fase si prevede la pavimentazione della via, adeguatamente disegnata, e l’illuminazione artistica, per circa 400mila euro. «Intendiamo creare – dichiara l’assessore Cerruto – un prolungamento del salotto buono per eccellenza di Modica: il corso Umberto. Il progetto complessivo prevede un maxi finanziamento che copriremo con i Pisu (piani integrati di sviluppo urbano) che prevedono progetti fino a 25milioni di euro. Siamo in ritardo rispetto alla pubblicazione dei bandi regionali che, si registrerà a fine mese, ma stiamo procedendo a tappe forzate per recuperare il tempo perduto. Dei Pisu – prosegue Cerruto – ne beneficerà anche corso Umberto, con la nuova pavimentazione e uno splendido disegno architettonico e urbanisitico, e una illuminazione artistica degna di tal nome che sarà prolungata fino alla via Conceria.

L’intera area di viale Medaglie D’Oro sarà arricchita da nuovi negozi. La vendita ai privati dell’immobile che al momento ospita la scuola consentirà altresì all’ente d’incamerare contanti, mentre il nuovo edificio sarà realizzato tramite il project financing, con un pagamento dilazionato anche a 30 anni. Non ha senso – aggiunge l’assessore – allogare un altro polmone verde con villetta annessa al posto del mercato ortofrutticolo, quando nel frattempo sarà già attivo il parco di Monserrato, che sovrasta l’intera zona e che sarà raggiungibile attraverso la realizzazione di collegamenti funicolari. Nei pressi del vecchio edificio della vetta della collina, alla Caitina, realizzeremo un mega parcheggio in modo tale che quanti dal quartiere Sorda vorranno scendere in centro storico, potranno farlo attraverso i collegamenti funicolari, magari dopo essersi concessi un po’ di relax nel parco attrezzato. Un nuovo collegamento tra due zone nevralgiche della città – conclude l’assessore – che alleggerirà notevolmente il traffico veicolare e che si rivelerà una manna sopratutto in occasione di manifestazione quali «Eurochocolate». Tutto questo si concretizzerà il prima possibile».

Tornando al centro storico, la riqualificazione del viale Medaglie D’Oro coinciderà con altri progetti: la realizzazione dell’auditorium Pietro Floridia di piazza Matteotti (un milione 160mila euro), il restauro dell’ex chiesa di San Francesco, annessa all’attuale sede della Guardia di Finanza (400mila euro) e l’illuminazione artistica (600mila euro) per creare un ideale passeggio che comincia dalla parte alta di corso Umberto fino alla parte terminale di viale Medaglie D’Oro, dove il risicato numero degli esercizi commerciali per ora attivi sarà implementato dal nuovo centro commerciale che renderà più attrattiva l’area, vivacizzando l’intero settore commerciale. I lavori cominceranno a febbraio. Una piccola rivoluzione di cui beneficerà anche la scuola, che godrà di locali nuovi, per svegliare dal lungo torpore un’area popolosa.