Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1348
MODICA - 31/03/2009
Attualità - Modica: si è discusso delle problematiche nella sede della Cna

Area artigianale di Michelica, gli artigiani chiedono garanzie

Il presidente Bonomo si dice preoccupato sul futuro della zona e degli operatori

Gli artigiani di contrada Michelica chiedono garanzie sul futuro dell’area artigianale. Nella sede della Cna i tanti problemi di Michelica sono stati discussi con Antonello Buscema anche alla luce delle ultime deliberazioni del consiglio comunale. Piero Bonomo, presidente della locale Cna ed il segretario Carmelo Caccamo hanno posto innanzitutto il problema della espansione della area di Michelica ormai insufficiente per lo sviluppo previsto e per le richieste di nuovi insediamenti.

«Siamo preoccupati - ha detto Bonomo – per la previsione di alloggi nella zona adiacente Michelica. Non vorremmo che tutto ciò precludesse lo sviluppo». Per il sindaco il pericolo non esiste perché la lottizzazione approvata dal consiglio comunale per l’insediamento di ottanta villette, di cui peraltro si attende ancora finanziamento ed autorizzazione regionale, è al di là della zona di competenza della zona artigianale di Michelica. Se su questo fronte gli artigiani hanno motivo di essere tranquilli resta irrisolto ancora il problema dei pagamenti delle forniture a favore del comune.

Ci sono circa venti milioni di euro di fatture non onorate e molte aziende sono in gravi difficoltà per far fronte ai loro impegni. Da questo punto di vista il sindaco non ha potuto che fare riferimento al bilancio 2009 in fase di approvazione con il quale l’amministrazione ha previsto delle somme destinate al pagamento dei debiti, un milione di euro. Gli artigiani sono ormai al limite ed il presidente Bonomo non ha escluso forme di protesta se la situazione non si dovesse sbloccare.

Nello stesso bilancio sono stati invece istituti i capitoli destinati proprio alla zona artigianale; tutti i proventi derivanti da vendite di aree, di pagamenti effettuati dalle imprese insediate a Michelica andranno infatti a confluire verso Artgest , il consorzio pubblico privato che gestirà l’area artigianale; questo assicura l’utilizzo delle somme incamerate soltanto per i servizi e la funzionalizzazione dell’area artigianale. Altro problema posto sul tappeto quello della viabilità e della bretella di Beneventano che dovrebbe evitare ai mezzi in entrata ed uscita la zona del polo commerciale. Il progetto curato della provincia si è infatti arenato e la Cna è tornata a chiedere al sindaco un suo intervento.