Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1070
MODICA - 25/03/2009
Attualità - Modica: cambiano i parametri. Lo prevede il nuovo regolamento

Tassa rifiuti, in campagna si paga di più. Meno per i single

Ulteriori riduzioni tariffarie per chi effettuerà una corretta raccolta differenziata

Cambiano i parametri per il pagamento della tassa sui rifiuti. Lo prevede il nuovo regolamento che sarà allegato al bilancio in sede di approvazione dello strumento finanziario. Il primo effetto del nuovo regolamento è l’aumento dei costi per chi vive in periferia e finora ha goduto di un trattamento speciale; si abbassano invece di un buon dieci per cento i costi per chi vive in zona urbana e nel centro storico.

La novità più sostanziale è che quanti vivono in zone rurali dovranno pagare almeno il 40 per cento del costo se il cassonetto più vicino alla loro residenza è superiore ad un chilometro. Con l’attuale regolamento invece il costo era solo il dieci per cento della tariffa. Il nuovo schema introduce anche sconti fino al trenta per cento per tutti i titolari di aziende ed esercizi commerciali che possono dimostrare di operare un pretrattamento dei rifiuti prodotti sia in termini di volume sia in termini di prodotti grazie ad un convenzione sottoscritta con ditte specializzate.

Le buone notizie arrivano anche per i residenti nell’area urbana. Il trenta per cento in meno pagheranno quanti vivono da soli o vivono per oltre sei mesi fuori dai confini nazionali. Anche chi è titolare di un locale commerciale stagionale può godere della riduzione del trenta per cento. Chi ha un negozio o una attività commerciale a Marina di Modica avrà una tariffa ridotta del cinquanta per cento. Introdotta anche una tariffa ridotta del sessanta per cento per enti, istituti religiosi, società di mutuo soccorso, associazioni culturali e di volontariato. Previsto inoltre un abbattimento del trenta per cento per le abitazioni all’interno del cui nucleo familiare vi sia una persona diversamente abile.

Il nuovo regolamento sulla Tarsu introduce poi la possibilità di ulteriori riduzioni tariffarie per chi effettuerà una corretta raccolta differenziata. Questo è stato uno dei punti cardine sui quali hanno insistito sia l’assessore al bilancio Emanuele Muriana sia l’assessore all’ecologia Tiziana Serra. Per quanto riguarda la differenziata l’assessore Tiziana Serra ha posto già dei paletti; rispetto all’attuale misero 6,5 di raccolta differenziata che si registra in città l’obiettivo da raggiungere è il 45 per cento nel corso del 2009 e comunque un sostanziale avvicinamento al parametro fissato dalla legge. Difficile prevedere come farà l’assessore Serra a centrare l’obiettivo visto che l’Ato tarda ancora a bandire la gara per la gestione integrata dei rifiuti ed un quarto dell’anno è già passato.