Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 636
MODICA - 23/03/2009
Attualità - Modica: mutuata da Gesualdo Bufalino l’idea della melagrana spaccata di « Argo il cieco»

Nuovo logo per rilanciare l´immagine di Modica

Voglia e necessità di ripresa per una città tra mille problemi
Foto CorrierediRagusa.it

Ripartire e continuare. La presentazione del nuovo logo della città non poteva cadere in un momento più opportuno perché rappresenta l’occasione per riaffermare un’immagine appannata dai recenti fatti di cronaca dei cani assassini. L’atmosfera nell’aula consiliare di palazzo S. Domenico è un misto di fiducia, di speranza ma anche di riflessione perché i tanti operatori turistici, albergatori, ristoratori che aderiscono a Passo Sud Est, il consorzio di imprese turistiche del territorio, si rendono conto che bisogna tamponare quella che si prospetta come una emergenza non solo per la città ma per tutto il territorio sotto il profilo turistico.

«Non riusciamo ancora a percepire quale può essere la dimensione del fenomeno – dice Franco Ruta – Molti hanno telefonato per sapere quanto la rappresentazione dei media nazionale sia aderente alla realtà. C’è curiosità, preoccupazione ma chi già ci conosce ha motivazioni consolidate». Per Luca Guerrieri « Capiremo a Pasqua l’effetto delle vicende di questi giorni. C’è un mercato tedesco disponibile ad aperture di credito ma altrettanto netto nelle sue chiusure. Il fatto della ragazza tedesca può pesare tanto».

«Non registriamo disdette – dice Paolo Failla - A Pasqua è tutto confermato. Quello che serve è che qualcuno si assuma la responsabilità di dire ufficialmente che non esiste un problema randagismo nel nostro territorio. Aspettiamo questo segnale». Chi ha più paura sono i titolari degli agriturismo sparsi nel territorio perché più dislocati nella campagna, perché meno protetti. Qualcuno già registra telefonate preoccupate di clienti abituali e i prossimi mesi saranno difficili per tutti.

«Ci rendiamo tutti conto che una vita non si può restituire – dice Antonello Buscema premiando gli ideatori del logo della città – L’immagine può e deve essere recuperata perché ci sono tutte le premesse. Questa iniziativa insieme alle altre in programma cade nel momento più opportuno e mi preme sottolineare che era stata programmata prima dei fatti della scorsa settimana».


I CREATORI DEL LOGO - Sono tre giovani gli ideatori del logo; Angelo Ruta, ieri assente per motivi di lavoro, grafico ed artista, Marco Lentini e Sergio Iacono, entrambi grafici, hanno mutuato da Gesualdo Bufalino l’idea della melagrana spaccata di « Argo il cieco» e l’hanno reinterpretata riempiendola di nuovi significati. Dalla melagrana, simbolo di fertilità e ricchezza, emergono le case appollaiate della città storica.

« Il logo è una novità – si legge nella relazione della giuria – Esso non identifica la città con un solo edificio ma con l’insieme di case che danno ad essa quella forma unica ed inimitabile; (……..) il logo evoca un frutto spaccato ma anche colline contrapposte dove case/chicchi si fronteggiano tra luci ed ombre. Forte carica simbolica perché rispecchia poeticamente l’immagine di Modica arricchendola di significato»

Il logo campeggerà in tutte le attività promozionali ed istituzionali della città e sarà presentato venerdì a Globe 09 , la manifestazione turistica che si tiene da domani alla fiera di Roma con la partecipazione dei più importanti tour operator nazionali. Nel fine settimana invece Passo Sud Est ha promosso il primo stage per una ventina di tour operator italiani e straneri che saranno in visita nel territorio.