Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 903
MODICA - 14/02/2009
Attualità - Modica: messo a punto il programma operativo

Al via il progetto dei mercati contadini

L’esordio è fissato per il 30 aprile in concomitanza con la giornata inaugurale di «ChocoBarocco»

Tutto pronto per l’avvio dei mercati contadini. Il comitato di gestione voluto dal consiglio comunale per organizzare i mercati contadini ha già messo a punto il programma operativo. Del comitato fanno parte l’assessore allo sviluppo economico Carmelo Abate, i consiglieri Maurizio Di Mauro e Leonardo Aurnia, Franco Savarino, Ignazio Abate, Gianfilippo Antoci e Alberto Ciavorella quali rappresentanti delle organizzazioni di categoria.

L’esordio dei mercati contadini è fissato per il 30 aprile in concomitanza con la giornata inaugurale di «ChocoBarocco». Si terrà nell’atrio comunale ma le successive edizioni saranno organizzate presso l’ex area del foro boario dove il comune fornirà tutta la logistica. Dalla prossima settimana i produttori potranno presentare le loro istanze per essere autorizzati a prendere parte al mercato. I prodotti merceologici che i consumatori troveranno sulle bancarelle saranno l’ortofrutta, i legumi, il miele, i prodotti caseari, il pane di casa.

«Tracciabilità,qualità, genuinità – dice Carmelo Abate – saranno le peculiarità del mercato contadino. Questo non vorrà dire che i prezzi saranno necessariamente più bassi del supermercato. La dinamica del mercato contadino è diversa perché quello che viene garantita è la genuinità ed il contatto diretto tra il produttore ed il consumatore». Il mercato contadino si terrà una volta la settimana, il sabato mattina, e sarà garantito dai controlli che la struttura comunale opererà sui prodotti e sulla tracciabilità del prodotto».