Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1533
MODICA - 08/01/2009
Attualità - Modica - Importante incontro al palazzo della cultura

Forum sul turismo, cabina di regia per il rilancio di Modica

Marisa Giunta dovrà mettere insieme tutti gli spunti emersi, elaborarli e cominciare a pensare ad un logo per la città
Foto CorrierediRagusa.it

Ci sono tutti al palazzo della cultura per il forum sul turismo. All’appuntamento voluto dall’amministrazione comunale sono presenti operatori del settore alberghiero, gastronomico, organizzatori di eventi, associazioni di categoria, amministratori, dirigenti ed impiegati comunali, consiglieri. E’ stato un confronto a tutto tondo ma che non poteva avere esiti definitivi.

Come ha anticipato nella sua introduzione l’assessore allo sviluppo economico Giuseppe Sammito, si è trattato di un «brain storming», di un confronto paritario, dell’elaborazione di alcune idee guida che dovranno informare lo sviluppo del turismo sia in città sia nella più grande area del sud est.

La città insomma si interroga e chiede a quanti sono impegnati in prima linea su cosa puntare ma soprattutto su quali elementi elaborare la propria immagine, possibilmente autentica ed originale, da proporre sul mercato dei tour operator. La parola d’ordine che attraversa la sala è qualità ; sia riferita ai servizi offerti dall’ente pubblico, sia a quelli dei privati. Nella convinzione di tutti la consapevolezza che il turismo rappresenta uno degli assi fondamentali della crescita della città.

« Per garantire questo tuttavia – precisa Sammito- occorre un cambiamento radicale, un approccio diverso». Questo si concretizza sia nei comportamenti del singolo cittadino sia nel servizio offerto dalla pubblica amministrazione. Dall’indagine emersa dal primo incontro tenutosi a fine ottobre dello scorso anno vengono messi in evidenza alcuni punti forti di quella che poi dovrà dar corpo all’offerta turistica: una città pulita, non solo perché si garantiscono i servizi dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti, ma anche perché ci sono cittadini educati e sensibili al tema e che non abbandonano rifiuti e sacchetti per le strade.

Claudia Origoni, imprenditrice che ha investito in città con la sua idea di albergo diffuso in un quartiere di Modica Alta, non può non rilevare il caos del traffico ma anche le difficoltà di accedere in città vista la confusione di cartellonistica ed indicazioni stradali. Sul tema traffico insiste anche Paolo Failla, operatore tra i più sensibili ed intraprendenti , che chiede a gran voce la realizzazione di un parcheggio a Modica Alta, pena l’esclusione dai flussi turistici di una parte consistente della città storica.

Per Severino Cassone la proposta turistica sul mercato non può prescindere dal fattore climatico. Peppe Barone, operatore del settore gastronomico, bacchetta il sindaco e chiede comportamenti di continuità perché gli imprenditori non possono cambiare strategia ad ogni rivolgimento politico. Barone insiste e chiede qualità, il non abbassamento dei valori e delle offerte per compiacere il mercato perché se la città vuole differenziarsi deve puntare in alto ed offrire quello che altri non hanno.

La parola passa ora ad un gruppo ristretto di lavoro, definito «cabina di regia» nel primo piano di lavoro redatto da Marisa Giunta, che dovrà mettere insieme tutti gli spunti emersi, elaborarli e cominciare a pensare ad un logo per la città, alla comunicazione, alla definizione di una offerta credibile e spendibile sul mercato perché Montalbano ha già fatto miracoli ma non durerà in eterno.

(Nella foto in alto da sx il sindaco Antonello Buscema, l´assessore Peppe Sammito e Marisa Giunta)