Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 556
MODICA - 01/01/2009
Attualità - Modica - Anche il comandante Giuseppe Puglisi lavora in strada

Traffico caotico, ora si cambia. Rivoluzione polizia municipale

Si comincerà con una presenza più costante dei vigili urbani.
Il sindaco Buscema: "Renderemo Modica più vivibile"
Foto CorrierediRagusa.it

Il capodanno 2009 s’è portato via il caotico traffico veicolare che aveva caratterizzato gli ultimi giorni del 2008, rischiando di paralizzare la città, soprattutto nei punti nevralgici. Non a caso, è sceso ancora una volta in strada lo stesso comandante della polizia municipale Giuseppe Puglisi per dirigere il traffico assieme ai suoi uomini. Un caso più unico che raro nel nostro Paese.

I vigili urbani sono stati piazzati nei punti nodali per disciplinare quegli automobilisti che non rispettano il codice della strada o, peggio ancora, le regole basilari della buona creanza. Parcheggi selvaggi in doppia e tripla fila, invasione di corsia, inversione di marcia laddove non è consentito. Tutto sanzionato. Prove tecniche del nuovo corso che decollerà nei prossimi giorni, laddove la polizia municipale cambierà registro, nell’ottica della sensibilizzazione degli automobilisti, piuttosto che della repressione dura.

Si comincerà con una presenza più costante dei vigili urbani per dirigere il traffico che, negli ultimi giorni dell’anno appena conclusosi, era addirittura quadruplicato rispetto al normale, a causa dello shopping dell’ultima ora. I consumatori sono stati invogliati dagli sconti last minute e dalla moderata disponibilità di soldi da spendere grazie alle somme che, seppure con il contagocce, sono state erogate dal comune ai dipendenti comunali.

Affari d’oro sono stati soprattutto realizzati dai negozio d’elettronica ed elettrodomestici e dai negozi d’abbigliamento. Un autentico boom di presenze che ha reso l’area commerciale simile ad un girone dantesco. La presenza, seppure ridotta rispetto agli altri anni, di turisti provenienti dalle province limitrofe, ha paralizzato invece il centro storico.

Sono state decine le auto a bordo di cui sono giunte persone di altri centri che, approfittando delle vacanze festive, hanno deciso di concedersi una capatina nelle città barocche, da Ibla a Modica, passando per Scicli, con un occhio al portafogli semivuoto che non consente gite in luoghi più lontani. Traffico caotico con situazioni al limite, che hanno costituito un banco dei prova per la riorganizzazione del lavoro del corpo di polizia municipale che, come annunciato dal sindaco Antonello Buscema, sarà più presente sulle strade, compatibilmente con il ridotto numero di unità a disposizione.

«Renderemo Modica più vivibile – ha dichiarato il primo cittadino – ma senza ingenerare il terrore delle multe o acuendo tensioni. I vigili urbani monitoreranno le zone più colpite dal fenomeno della sosta selvaggia, che finisce col restringere pericolosamente la carreggiata, paralizzando altresì il traffico. Si tenderà a sensibilizzare i cittadini, eliminando le situazioni a rischio nell’ottica della collaborazione. Solo nel caso gli automobilisti dovessero mostrarsi recidivi nella loro indisciplina – conclude il sindaco – si procederà con le multe».

Le zone dove si agirà in primis sono quelle dove insistono le strade alternative a corso Umberto, percorse soprattutto quando il salotto buono del centro storico viene chiuso al traffico nei weekend. Si trattata delle vie Vittorio Veneto, Nuova Sant’Antonio e quartiere d’Oriente. Nel quartiere Sorda saranno tenute sotto costante monitoraggio le vie Sacro Cuore e Risorgimento, le arterie che più delle altre risentono della sosta selvaggia con auto che, ostruendo i cancelli d’ingresso ai garage dei condomini, costringono spesso gli automobilisti ad incredibili giri per non bloccare la circolazione veicolare.

(Nella foto in alto di Carmelo Poidomani il traffico in piazza Corrado Rizzone a Modica)