Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1226
MODICA - 29/12/2008
Attualità - Modica - Raffaele Lombardo a palazzo San Domenico

Il Presidente della Regione:
"Qui ci sono troppi finti alleati"

"Priorità assoluta all’adeguamento della Ragusa-Catania. Aiuti economici a Modica per iniziative a medio e lungo termine"
Foto CorrierediRagusa.it

E’ intensa la giornata modicana di Raffaele Lombardo (nella foto da dx con l´on Riccardo Minardo e il sindaco Antonello Buscema). Il Presidente della Regione fa il pieno prima a palazzo S. Domenico, dove incontra sindaco e giunta, e poi all´hotel « Principe d’Aragona» dove, rispetto ai 50 tra amministratori e consiglieri comunali, si presentano in 300, dando luogo ad una assemblea pubblica più che ad un incontro di partito.

Lombardo, sereno e rilassato, non si lascia pregare e risponde puntualmente a tutti; lancia precisi messaggi, chiede buona amministrazione, parla del deficit infrastrutturale della provincia a cominciare dall’ aeroporto di Comiso ed dall’allargamento della Ragusa Catania. Lombardo non si nasconde e prende impegni precisi per quelli che il presidente della Regione considera due strutture decisive per lo sviluppo del territorio.

« Ho dato priorità assoluta alla Ragusa - Catania – ha detto Lombardo - La regione interverrà con i fondi strutturali per coprire il fabbisogno di 366 milioni di euro che servono per coprire la contribuzione pubblica dell’investimento. Vogliamo fare fino in fondo la nostra parte intervenendo dove lo stato è venuto meno. Il resto non dipende da noi, tocca ad altri portare avanti il progetto e procedere alla realizzazione dell’opera».

Anche sull’aeroporto di Comiso Lombardo ha ribadito un suo preciso convincimento « L’aeroporto integrerà la struttura aeroportuale di Catania che è ormai quasi al massimo della sua capacità. Ecco perché la Regione vuole acquisire una quota della società di gestione». Lombardo ha incontrato a palazzo S. Domenico il sindaco e la giunta al completo.

A palazzo S. Domenico il Presidente della Regione parla dell’arrivo dei cinque milioni di euro: « Abbiamo aiutato Modica non solo per superare la grave contingenza – ha detto Lombardo- ma per prendere iniziative per il medio e lungo termine». Il presidente pensa al fondo di rotazione ma ha messo subito in chiaro che sarà solo a vantaggio di comuni che avranno adottato politiche economiche virtuose. La regione prenderà in garanzia gli immobili di proprietà comunale ed aiuterà il pagamento dei mutui contratti con i fondi Por. Per l’anticipazione già concretizzata dei cinque milioni Lombardo ha dato tempi lunghi a Buscema per il rimborso.

All’uscita dal palazzo comunale Lombardo dà la sua lettura personale della politica siciliana « Ci sono finti alleati che giocano da avversari e avversari che giocano da alleati. E’ un gioco che definirei di geometrie variabili che è tutto in divenire». Sull’esperienza di Vittoria e Modica dove Mpa ha puntato sull’alleanza con il Pd Raffaele Lombardo chiosa « Mpa è un movimento autonomo. Dove resta fuori dall’amministrazione resta comunque al servizio della città. Il caso del Cpe di Scoglitti che abbiamo salvato dalla chiusura è emblematico».

Il sindaco Buscema consegna a Lombardo l´Ercole di Cafeo, simbolo di Modica Lombardo e Minardo parlano alla platea all´hotel "Principe d´Aragona"