Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1494
MODICA - 23/12/2008
Attualità - Modica - Il punto della situazione a palazzo San Domenico

Emergenza finanziaria, servirà più collaborazione nel 2009

Assessori e capigruppo dei partiti della maggioranza
fanno quadrato e danno sostegno al sindaco
Foto Corrierediragusa.it

Ci sono tutti all´incontro per fare il punto sulla situazione finanziaria a palazzo S. Domenico. Assessori e capigruppo dei partiti della maggioranza fanno quadrato e danno sostegno, non solo politico e morale, al sindaco. "L’emergenza non è finita e bisogna subito pensare al futuro" dice il sindaco guardando insistentemente a Riccardo Minardo che siede al suo fianco.

Nelle mani del presidente della prima commissione consiliare all’Ars passa infatti il fondo di rotazione che Raffaele Lombardo vuole istituire per i comuni in difficoltà finanziaria che Modica vuole subito azzannare per mettere in conti a regime. « E’ un percorso complesso – precisa Peppe Sammito – La politica di risanamento finanziario comincia a far vedere qualche frutto. Se parliamo di canoni d’acqua sono entrati già un milione 800 mila euro e le nostre previsioni sono di tre milioni».

Il sindaco punta da subito sul’efficienza dei servizi; « Oggi è insoddisfacente» dice « Ci vuole una ristrutturazione profonda; abbiamo ridotto i dirigenti a sette, ora ridurremo i settori da 65 a trenta». La vera sfida si gioca tuttavia sul bilancio 2009. Ci punta Emanuele Muriana che ha già pronte le carte ma non le svela. « Lo presenteremo a sindacati ed opposizione entro la fine di gennaio. Sarà un bilancio reale; prima le entrate e poi le uscite, non come è stato fatto sempre. Mi attendo condivisione e responsabilità perché ci saranno scelte da fare». Per il sindaco è il momento in cui l’opposizione deve fare la sua parte non con le barricate ma con proposte eventualmente alternative. « Non basta dire no o dire vogliamo tutto. Bisognerà indicare copertura finanziaria per qualsiasi spesa.»

Riccardo Minardo chiude con un bilancio politico dopo il caso Vittoria e dà la sua benedizione a Buscema. Questa amministrazione, dice il parlamentare, durerà cinque anni se il sindaco sarà corretto. La coalizione è nata come patto amministrativo ed ha funzionato, come abbiamo visto in questi ultimi giorni. Chi gridava allo scandalo a maggio è ben servito».

(Nella foto in alto da sx il sindaco Antonello Buscema e l´assessore al bilancio Emanuele Muriana)