Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1208
MODICA - 18/12/2008
Attualità - Modica - Slitta di otto mesi l’appuntamento con la dolce kermesse

L´uomo del cioccolato ha detto sì: Eurochocolate a novembre

Alla base dello spostamento la crisi finanziaria che stritola
il comune. Si auspica che entro un anno la situazione cambi
Foto CorrierediRagusa.it

Eurochocolate si farà. Il patron Eugenio Guarducci (nella foto) ha detto sì e preparerà la quinta edizione dell’evento. Il patron della manifestazione ha incontrato il sindaco, l’assessore al commercio ed alcuni componenti il consorzio artigiano del cioccolato con i quali ha verificato la possibilità di riproporre Eurochocolate. « Abbiamo concordato di spostare la data – dice Eugenio Guarducci- Per motivi organizzativi non sarà possibile tenere la manifestazione a marzo o aprile e l’abbiamo invece collocato a novembre 2009. E’ il periodo più adatto anche perché le farà da traino Eurochocolate di Perugia che si tiene ad ottobre».

L’opportunità di spostare l’appuntamento è stata anche determinata dalla situazione finanziaria in cui versa il comune e soprattutto la necessità da parte del sindaco di mettere a punto una convenzione con il titolare del marchio di Eurochocolate e l’amministrazione comunale per non cadere più in incomprensioni su rispettivi obblighi che i due contraenti dovranno rispettare. Sembra a questo punto tramontare l’idea accarezzata da Antonello Buscema e Antonio Calabrese di tenere una manifestazione nazionale sul cioccolato utilizzando uomini e risorse locali a favore di un evento che fa da traino solo con il suo logo e il marchio riconosciuto a livello nazionale.

Eugenio Guarducci ha stilato a freddo un bilancio anche dell’edizione di quest’anno. « Ha avuto una grande esposizione sulla stampa con un riscontro mai registrato prima. Le vendite sono state al top ed anche gli artigiani del consorzio hanno confermato il dato. Siamo mancati sul piano dell’offerta culturale ma questo è stato determinato dai tempi stretti dell’organizzazione e dal budget limitato». Guarducci ritornerà in città a gennaio per incontrare il sindaco e le associazioni di categoria per cominciare ad entrare nello specifico della manifestazione.