Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1363
MODICA - 03/12/2008
Attualità - Modica - Palazzo San Domenico "assediato" per gli stipendi

Sindaco, vice e dipendenti occupano l´aula consiliare

La solidarietà di Buscema e Scarso ai lavoratori esasperati
Foto CorrierediRagusa.it

Hanno trascorso la notte nell’aula consiliare di palazzo S. Domenico; dipendenti ed amministratori fanno fronte comune e vogliono manifestare tutto il disagio e la preoccupazione che scaturisce da una situazione finanziaria che Antonello Buscema definisce « non gestibile».

La decisione di occupare l’aula è scaturita ieri pomeriggio al termine di una assemblea spontanea di tutti i dipendenti che sono ormai a secco di tre stipendi e di tutte le indennità accessorie; iniziativa unanime e non programmata che il sindaco ha subito sposato mettendosi a fianco dei dipendenti. « Sono con loro, hanno ragione ma non posso assicurare nulla senza entrate che ci sono dovute per legge- dice il sindaco - Noi possiamo fare tutti gli sforzi che vogliamo ma se Stato e Regione non rispondono noi non riusciremo più ad arginare la protesta».

Il timore di non percepire almeno uno stipendio è quanto mai reale visto che la data del 19 di questo mese, quando si chiude l’anno finanziario e non saranno più possibili erogazioni di ogni tipo,è vicina. « Non ci sentiamo di lasciare soli i dipendenti in questo momento, vogliamo dimostrare la nostra vicinanza- dice Enzo Scarso – L’attività amministrativa va comunque avanti e non subirà intoppi anche grazie alla loro collaborazione». Buscema è stato ieri in contatto con il prefetto e con l’assessorato agli enti locali ma non ha trovato la risposta che cercava. «Dobbiamo avere un milione 300mila euro dallo stato ed un milione 200mila dalla regione; il nostro piano di pagamenti prevede entrate certe come queste , non somme aleatorie, ma se stato e regione non ci vengono incontro e fanno il loro dovere tutto salta».

Il coordinamento cittadino del Pd intanto ha chiesto a parlamentari nazionali e regionali di percorrere tutte le strade per fare arrivare a palazzo S. Domenico i trasferimenti attesi. Il Pd cerca anche di mobilitare le altre amministrazioni che si trovano in difficoltà finanziarie e seguire le orme di Antonello Buscema con l’occupazione delle rispettive aule consiliari per sollevare in modo clamoroso il caso.

(Nella foto in alto da dx il sindaco Antonello Buscema e il suo vice Enzo Scarso nell´aula consiliare durante l´occupazione)