Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1438
MODICA - 03/12/2008
Attualità - Modica - Il mancato pagamento degli stipendi arretrati ai dipendenti

La triplice sindacale "sgrida"
il sindaco: "E´ irresponsabile"

Cgil, Cisl ed Uil bocciano Buscema senza mezzi termini
Foto CorrierediRagusa.it

"Irresponsabilità politica". Cgil, Cisl ed Uil bocciano il sindaco Antonello Buscema (nella foto) senza mezzi termini. L’approvazione dell’assestamento di bilancio votato sabato scorso in consiglio comunale non è andata giù ai rappresentanti provinciali sindacali di categoria che in un duro documento elencano tutto quello che non va.

Non ci sono infatti i soldi per pagare gli arretrati contrattuali nonostante questi siano dovuti per legge e nonostante Buscema si sia impegnato insieme all’assessore al bilancio Muriana per inserire la somma nello strumento finanziario.

« E’ uno schiaffo alle prerogative dei lavoratori – dicono i rappresentanti sindacali- e l’amministrazione non ha tenuto conto della diffida presentata alla procura della Corte dei conti". Il sindacato contesta nei fatti quanto inserito nella delibera perchè mancano all’appello un milione di euro che sarebbero stati necessari per garantire gli arretrati, mentre sono state mantenute spese non rientranti nei servizi essenziali.

« E’ una malefatta – dice Gianfranco Marino della Cisl – e tutto questo si aggiunge ai pessimi risultati conseguiti dall’amministrazione in materia di pagamento degli stipendi». Il sindacato non è preoccupato infatti solo del mancato pagamento degli arretrati ma anche per gli stipendi che non arrivano nonostante il piano di previsione preparato dall’amministrazione e illustrato ai sindacati. A tre settimane dal Natale i lavoratori del comune sono in arretrato praticamente di quatto mensilità se si considerano tre stipendi e gli arretrati , cui il sindacato aggiunge anche i servizi accessori.

Una situazione incandescente acuita ancor più dalle festività natalizie alle quali centinaia di famiglie si presentano con conti in banca a secco e scoperture ormai al limite. Anche il settore commerciale soffre di questa situazione visto che mancano ben quattro milioni di euro nell’economia della città e la generale contingenza economica è ancor più aggravata da quella di palazzo S. Domenico.

« Non abbiamo soldi – dice il sindaco – Attendiamo i trasferimenti perché sono la nostra risorsa. Abbiamo deciso in prefettura di incontrare il presidente della regione per sbloccare i trasferimenti regionali e lo faremo al più presto. Mi rendo conto che è difficile e che rischiamo di non farcela ma dobbiamo avere fiducia e speranza. Noi stiamo lavorando». Ma il sindacato non si accontenta e parla di «ottimismo fuori luogo ed inaccettabile». Cigl, Cisl ed Uil si preparano ad una denuncia alla magistratura ed agli organismi che verifichino la legittimità del bilancio approvato perché «il documento non rispetta i principi di veridicità e pareggio prescritti».