Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 531
MODICA - 21/11/2008
Attualità - Modica - L’annuncio è arrivato da Milano

Modica: stella Michelin per la Gazza Ladra

Un prestigioso riconoscimento per il ristorante di Modica Alta
Foto CorrierediRagusa.it

La provincia di Ragusa ha il suo terzo ristorante con un stella Michelin. La Gazza Ladra ha infatti ottenuto il riconoscimento essendo stata insignita di una stella; l’annuncio è arrivato da Milano alla presentazione della edizione 2009 della guida che è una vera e propria bibbia per gastronauti. Insieme al ristorante di Modica Alta Michelin ha assegnato solo una nuova stella in Sicilia, la Capinera di Taormina confermando le due stelle al Duomo di Ragusa Ibla ed una stella a Don Serafino sempre ad Ibla.

Per Paolo Failla, titolare dell’Hotel Palazzo Failla, struttura cui è annesso il ristorante, e per Accursio Capraro, il giovane chef siciliano che gestisce e guida il ristorante , è un vero e proprio trionfo. Soprattutto alla luce del fatto che sia l’albergo sia il ristorante hanno iniziato la loro attività appena quattro anni fa. La stella Michelin riconosce la qualità della cucina di Capraro, della sua filosofia sempre attenta al territorio ed ai suoi migliori prodotti, ripensati con inventiva ed innovazione culinaria ma è anche un premio alla atmosfera ed all’eleganza della struttura di palazzo Failla.

Paolo Failla ed Accursio Capraro hanno brindato ieri al loro successo ed hanno ricevuto centinaia messaggi di congratulazioni. « Ci siamo posti sin dall’inizio questo obiettivo- dice Paolo Failla – Con Capraro sapevo che potevamo farcela e così è stato. E’ una soddisfazione incredibile. La provincia di Ragusa con i suoi tre ristoranti Michelin m anche con una diffusa presenza di ristoranti di buon livello si propone come meta gastronomica di eccezione. Il territorio trarrà da questi riconoscimenti un grande vantaggio».

« La notizia mi ha raggiunto appena rientrato da S. Francisco –dice Accursio Capraro- E’ la prima volta per me ed è quasi una laurea. Siamo euforici e ringraziamo quanti lavorano con noi. Non ci culleremo tuttavia, andiamo avanti e pensiamo a valorizzare e rinnovare la nostra grande tradizione.»

(Nella foto in alto da sx Paolo Failla e Accursio Capraro brindano alla stella Michelin)