Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 971
MODICA - 11/11/2008
Attualità - Modica - Ancora cassonetti stracolmi di pattume

Modica: netturbini di nuovo in sciopero

La situazione potrebbe peggiorare nelle prossime ore Foto Corrierediragusa.it

Tornano a scioperare gli operatori ecologici. Ieri i cassonetti dell’immondizia sono rimasti pieni per effetto di uno sciopero non programmato e che i sindacati definiscono» selvaggio». E’ possibile che anche oggi la città non sia pulita per la continuazione dell´agitazione che trae origine dal mancato pagamento di uno dei due stipendi arretrati che la Busso deve ai suoi dipendenti. A scioperare sono stati quasi la metà dei dipendenti ma gli effetti negativi sono stati ben visibili in tutte le parti della città. I dipendenti della Busso hanno inteso così protestare perché l’impresa non è stata in grado di pagare uno stipendio dei due che i lavoratori avanzano. Nonostante il sindaco Antonello Buscema è riuscito infatti a versare 350mila euro alla impresa, somma che serve a coprire il costo dello stipendio, la Busso non è riuscita a pagare cogliendo di sorpresa anche l’amministrazione comunale.

La banca ha infatti trattenuto la somma per intero per tamponare alcune scoperture della stessa impresa che non è stata quindi in grado di onorare gli assegni che erano già stati consegnati per il pagamento ai dipendenti. Anche i rappresentanti sindacali hanno cercato di portare alla ragionevolezza i lavoratori ma la risposta è stata in maggioranza negativa per cui lo stesso Buscema ha fatto da tramite con la banca promettendo di versare ulteriori 150mila euro per far fronte al debito della Busso. I lavoratori non si sono pronunciati ieri su cosa accadrà stamani; una assemblea sul luogo di lavoro avvierà il confronto tra sindacati dipendenti e i rappresentanti della Busso; è prevedibile infatti un braccio di ferro con altre astensioni dal lavoro.