Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 803
MODICA - 30/10/2008
Attualità - Modica - Il Pd rifiuta in maniera categorica le avances

Drago vuole commissariare Modica e Buscema dice no

"Quella del parlamentare Udc è una polpetta avvelenata" Foto Corrierediragusa.it

Peppe Drago (nella foto) apre una porta, il sindaco Antonello Buscema la chiude e il Pd dà una doppia mandata. Tra Udc e Pd non ci sono margini di manovra e l’avance di Peppe Drago viene rifiutata in modo categorico.

Il parlamentare Udc ha prospettato una possibile intesa istituzionale con Pd ed Mpa per il governo della città. La condizione di Drago è una giunta istituzionale, di tecnici, con l’Udc disponibile solo a sostenere una coalizione di salute pubblica. « Per incontrarsi – dice Drago al Pd- bisogna venirsi incontro».

"No grazie" dice il Pd; quella di Drago è una polpetta avvelenata. Vuole commissariare una amministrazione eletta dal popolo con il pretesto di salvare una città affondata nei debiti per colpa degli uomini Udc.» Grazie no, ognuno per la sua strada. Eppure oggi Drago Nino Minardo ed Antonello Buscema sono a Roma per recuperare un po’ di soldi per la città con la speranza che non perdano la strada e la facciano insieme almeno fino a quando non saliranno sull’aereo che li riporterà a destinazione.