Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 971
MODICA - 28/10/2008
Attualità - Modica - Gli istituti sono praticamente paralizzati

Modica: scuole in autogestione fino a domani, sit-in e dibattiti

Anche a Pozzallo vige l’anarchia, condita da sana riflessione
Foto CorrierediRagusa.it

Ancora autogestione per tutti gli istituti superiori di Modica. Per domani è in programma una manifestazione con un corteo che vedrà la partecipazione massiccia di tutti gli istituti. Nelle singole scuole l’autogestione continua con assemblee e dibattiti.

Un confronto animato si è tenuto nella palestra coperta del liceo classico Campailla alla presenza del segretario generale della Cgil Giovanni Avola, del segretario provinciale scuola della Uil Giovanni Di Stefano e della Cisl Enzo Romeo e dell’assessore all’istruzione Antonio Calabrese.

I sindacalisti hanno illustrato i vari punti della riforma Gelmini delle superiori segnalando i pericoli contenuti nel provvedimento in termini di offerta formativa. «Abbiamo apprezzato – dice Antonio calabrese- la partecipazione e la responsabilità dei liceali che hanno posto domande e reso vivo il dibattito. L’assemblea è stato un momento di crescita e di approfondimento che fa onore a questi ragazzi».

Il comitato studentesco del Campailla in questi giorni ha programmato anche cineforum con pellicole attinenti la realtà del mondo giovanile e della scuola. Particolare attenzione è stata inoltre dedicata alla genesi del movimento del 68’ con lettura di testi, articoli di giornale e testimonianze.

ANCHE A POZZALLO L´AUTOGESTIONE LA FA DA PADRONE

Gli studenti dell’istituto Nautico e dell’istituto Tecnico-Commerciale di Pozzallo hanno indetto l’autogestione fino a venerdì per protestare contro i tagli all’Università e il decreto Gelmini. L’autogestione prevede diverse ore di approfondimento di tematiche speciali a cura degli alunni, a cui è affidato il mantenimento dell’ordine e della pulizia all’interno dell’istituto. Le normali attività scolastiche subiranno, fino alla giornata di venerdì prossimo, una netta alterazione.

Il preside Attilio Sigona e il personale docente hanno avallato senza remore l’autogestione degli studenti. "Capisco il vostro stato d’animo nei confronti della scuola pubblica – ha detto il preside agli studenti – ma chiedo che il tutto si svolga senza alcun stravolgimento, sia dal punto di vista degli appuntamenti che avete sottoscritto, sia dal punto di vista dell’occupazione dei locali. Mi appello al vostro buon senso".

Il programma ha visto la partecipazione della rappresentante della segreteria provinciale Cgil Scuole Franca Clemente, che ha spiegato le ragioni della protesta.

(Nelle foto in basso il Classico e il Magistrale in autogestione)