Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 437
MODICA - 01/10/2008
Attualità - Modica - Dopo il via libera del consiglio comunale

Modica a breve tra le città d´arte

Al momento solo Ragusa solo Vittoria ed Ispica in elenco Foto Corrierediragusa.it

Via libera del consiglio comunale alla richiesta di inserire Modica nell’elenco delle «città d’arte». Allo stato attuale l’assessorato regionale al Commercio ed alla Cooperazione ha inserito per la provincia di Ragusa solo Vittoria ed Ispica nell’elenco redatto. Lo status di « Città d’arte» comporta maggiore flessibilità per l’apertura di negozi e musei e la possibilità di accedere a fondi destinati alla formazione del personale addetto alle vendite ed alla promozione del territorio.

La delibera consiliare sarà inoltrata all’assessorato regionale in via prioritaria « Faremo di tutto – dice l’assessore al commercio Antonio Calabrese – perché la Regione possa emanare il decreto entro la fine di questo anno». L’inserimento di Modica tra le « Città d’Arte» è stato sollecitato da tutto il comparto commerciale considerate le ricadute dirette sia sul contratto dei lavoratori del commercio sia su tutta l’organizzazione del settore turistico.

Al sindaco Buscema e all´assessore Calabrese è stato rivolto il plauso del presidente del consorzio "Polocommerciale" Girolamo Carpentieri, che si è felicitato del prestigioso traguardo raggiunto. Anche la sezione Ascom di Modica esprime apprezzamento per l’operato del consiglio comunale. «Le ricadute che tale riconoscimento determinerà in campo commerciale – afferma il presidente Bruno Azzarelli – sono di notevole entità per cui è opportuno sottolineare l’impegno profuso da ogni componente del Consiglio, nonché dall’Amministrazione comunale, rispetto al perseguimento di un obiettivo atteso da tempo dall’intera categoria. Attendiamo, adesso, tutti gli atti conseguenti per far sì che tale provvedimento possa esplicitare i propri effetti già a partire dai prossimi mesi».

(Nella foto in alto piazza Matteotti)