Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 864
MODICA - 27/09/2008
Attualità - Modica - L’ultima seduta del massimo consesso

La scuola fa "acqua"
in consiglio comunale

Paolo Nigro lancia 5 proposte per migliorare il servizio bus Foto Corrierediragusa.it

Canone acqua e i problemi legati al mondo della scuola continuano a farla da padrone in consiglio comunale. Sul fronte trasporti Paolo Nigro, Udc, ha avanzato cinque proposte migliorative del servizio con l’introduzione di un ticket per allargare la fascia degli utenti, una rimodulazione del personale e dell’utilizzo dei pull mani per incrementare il numero delle famiglie servite, l’accensione di un mutuo per avere a disposizione più pullmini e possibilmente di tipo ecologico.

Sindaco ed assessore hanno riportato il dibattito su fatti concreti parlando di un servizio che negli precedenti era stato concesso a dismisura ed anche nei casi non previsti dalla legge, come per i residenti nelle zone urbane. Antonio Calabrese ha riportato in aula l’anomalia di un servizio precedentemente affidato a ditte private che veniva ricompensato con ottanta euro al mese e che oggi le stesse ditte offrono alle singole famiglie a costo quasi dimezzato per studente trasportato. Calabrese si è detto disponibile a far proprie le proposte dell’assemblea ma ha tracciato una linea di non ritorno invalicabile perché bisogna risparmiare e garantire più efficienza.

Anche sui canoni arretrati dell’acqua linea ferma seppur con qualche disponibilità, almeno da parte di sindaco ed assessore. Emanuele Muriana ha parlato di termini non perentori nel pagamento delle bollette che in queste settimane sono state recapitate; la scadenza di fine mese può non essere ultimativa ma sul fatto che le bollette , più o meno arretrate debbano essere pagate non ci sono dubbi di sorta.

I margini di errori rilevati da messi e rilevatori nelle letture e nei recapiti sono solo del due per cento, ha rilevato l’assessore , e l’amministrazione conta di far cassa e racimolare non meno di cinque milioni di euro rispetto ai dodici iscritti nei vari anni nei bilanci. Sindacalisti ed opposizione hanno chiesto più informazione e accessi più snelli per i pagamenti viste le lunghe file di questi giorni ma l’amministrazione ha incassato consensi e solidarietà per una manovra che andava fatta già negli anni passati e che ha «drogato» in modo significato il bilancio con entrate fittizie a causa di fantomatiche riscossioni.

(Nella foto in alto da sx il sindaco Antonello Buscema e l´assessore al bilancio Emanuele Muriana)