Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:09 - Lettori online 1699
MODICA - 24/09/2008
Attualità - Modica - Un segnale di rinnovamento per tutti gli uffici diocesani

Don Salvatore Cerruto nuovo pro vicario del Vescovo

Mons. Francesco Guccione rimane nel suo ruolo di vicario Foto Corrierediragusa.it

Don Salvatore Cerruto è il nuovo vicario del vescovo di Noto. Monsignor Mariano Crociata ha dato l’annuncio della nomina del suo vicario nel corso della assemblea del clero tenutasi nell’aula magna del seminario.

Don Cerruto, 46 anni, modicano, è stato ordinato nel 1993 ed è stato finora membro del collegio dei consultori della diocesi; si è laureato in agraria e poi in teologia ed è stato per anni direttore del movimento di ispirazione cristiana «Giorgio La Pira» seguendo da vicino le problematiche del mondo del lavoro e dell’agricoltura.

Don Cerruto è stato nominato pro vicario del vescovo visto che Mons. Crociata ha preferito mantenere nel suo ruolo Mons. Francesco Guccione (nella foto), 88 anni, vicario del vescovo dal 1970, che ricoprirà ormai il ruolo in modo onorario vista l’età avanzata. Vicario e pro vicario condividono la città di nascita ed appartenenza, Modica, che è per numero di residenti e di parrocchie la più cospicua della diocesi netina.

A poco meno di un anno dalla sua ordinazione il vescovo ha voluto dare un segnale di rinnovamento a tutti gli uffici diocesani e operato una mini rivoluzione soprattutto nei settori più rilevanti. Le scelte fatte da Mons Crociata hanno sorpreso non poco gli addetti ai lavori anche perchè arrivate inattese ma si muovono nell’ottica di dare nuova linfa, entusiasmo ed un approccio più in linea con i tempi alla chiesa netina. Mons. Crociata ha operato dei cambiamenti in tutti gli uffici nel segno della discontinuità ed ha insediato la nuova generazione dei parroci quarantenni cui ha affidato , nonostante la giovane età, compiti delicati della pastorale e dell’organizzazione della diocesi.

A dirigere l’ufficio catechistico è stato chiamato Don Corrado Lorefice, ex vice rettore del seminario,che subentra a Don Umberto Bonincontro, vicario del vescovo a Modica. Don Bonincontro, giornalista, resta confermato nell’ufficio della comunicazione sociale. Don Bruno Carbone,parroco a Rosolini, dirigerà l’ufficio liturgico, al posto di Don Ottavio Ruta. Confermato invece Don Vincenzo Rametta alla guida dell’ufficio diocesano della Caritas.

Mons. Crociata ha introdotto un ulteriore elemento di discontinuità in quanto ha conferito gli incarichi a tempo. I nuovi responsabili degli uffici infatti sono insediati per un quinquennio e potranno dunque essere destinati ad altre mansioni nel 2013 diversamente da quanto avvenuto fino ad ora.

Il rinnovamento della curia prevede anche una nuova veste grafica per il bimensile della diocesi. « La Vita Diocesana» infatti cambia veste e caporedattore. Il giornale della diocesi, distribuito nelle chiese ed in abbonamento con duemila copie di diffusione, sarà infatti pubblicato ad otto pagine a colori su carta riciclata dando spazio a servizi fotografici ed una attenzione particolare al sociale delle due diocesi; la giornalista Laura Malandrino è stata chiamata a dirigere la redazione oltre a curare il rinnovato sito web della diocesi.

Mons. Mariano Crociata è convinto assertore della necessità della comunicazione e della necessità di mettere a disposizione della comunità diocesana gli strumenti più avanzati di informazione ed ha voluto dare impulso nuovo alla redazione.