Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1384
MODICA - 17/08/2016
Attualità - Mons. Antonio Staglianò si è rivolto a due avvocati per verificare la possibilità di una denuncia

Il vescovo di Noto "va alla guerra" contro i Pokemon

Per il prelato creano dipendenza e assuefazione tra i giovani Foto Corrierediragusa.it

Prima si era appellato alla coscienza dei giovani ora si è rivolto agli avvocati. La "guerra" di Mons. Antonio Staglianò contro i Pokemon continua. Il vescovo di Noto ha interpellato infatti due legali per verificare la possibilità di una denuncia contro l’applicazione «Pokemon Go» che sempre più è diffusa tra le giovani generazioni. I Pokemon sono stati «rintracciati» sulla scalinata della cattedrale di Noto e il vescovo ha lanciato il suo anatema contro il «diabolico gioco che crea allarme sociale». Mons. Staglianò ha invitato i giovani a dedicarsi alla cura di malati e indigenti piuttosto che indulgere in un gioco del tutto virtuale che crea solo dipendenza e alienazione.