Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 645
MODICA - 30/06/2016
Attualità - Una festa all’insegna della religiosità

San Pietro nel segno del nuovo parroco padre Antonello

La festa del patrono è andata in archivio in una giornata favorita dalla temperatura mite Foto Corrierediragusa.it

Una festa all’insegna della religiosità, della grande partecipazione e con un tocco di novità. Una processione sobria in occasione della festa del patrono con la statua artistica del Civiletti che ha attraversato tutto il cuore storico della città con i portatori in prima fila. Processione aperta dal nuovo parroco di S. Pietro padre Antonello Abbate e da rappresentanti del clero cittadino insieme, seguiti dagli ordini religiosi e da tante famiglie. La processione si è fermata per la pregheria nella chiesa di S. Paolo e questo primo sto è stata un’autentica novità rispetto alle edizioni precedenti. I portatori si sono poi diretti verso la chiesa di S. Maria per la seconda preghiera comune. Non è stato possibile varcare le porte della chiesa perché sono rimaste chiuse, circostanza che ha innescato qualche polemica. Poi il ritorno verso S. Pietro dove sulla monumentale erano ad attendere tanti fedeli ma anche tanti turisti che hanno assistito successivamente ai brevi ma intensi giochi di artificio prima della conclusione della giornata. La festa del patrono è andata in archivio in una giornata favorita dalla temperatura relativamente mite, con il corso Umberto chiuso al traffico che ha accolto migliaia di persone ed ha favorito pertanto la godibilità del centro storico con puntate immancabili verso le bancarelle di viale Medaglie d’oro che ancora una volta hanno costituito una attrazione in più della festa.