Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1190
MODICA - 11/09/2007
Attualità - Realizzata una nuova rotatoria provvisoria

Lunghe code e il traffico si ingolfa
Il piano della viabilità non va

Commercianti e residenti si lamentano Foto Corrierediragusa.it

Il rifacimento del manto stradale lungo la bretella di via De Gasperi ha mandato in tilt il già difficile sistema della viabilità al S. Cuore. Mezzora di fila per raggiungere il centro storico con auto incolonnate già sulla via Rocciola ed all’inizio della via Risorgimento.

La situazione dovrebbe migliorare già da oggi visto che il tappetino di asfalto è stato completato e la strada è stata riaperta al traffico offrendo una valida alternativa per evitare lo snodo di piazza Libertà.

All’incrocio di via De Gasperi con via S. Giuliano è stato realizzata una rotonda con elementi di plastica (nella foto) che, seppur precaria, dovrebbe facilitare la circolazione e snellire i flussi che convergono su via S. Giuliano. Agli automobilisti ed ai residenti è arrivata nel frattempo la solidarietà dei Comunisti Italiani che bocciano il piano del traffico voluto dalla giunta Torchi come « superficiale ed improvvisato» ; un piano, sostiene la segreteria cittadina dei Comunisti Italiani che sta provocando disorientamento e confusione, danni agli operatori commerciali ed alle categorie produttive.

L’invito rivolto alla amministrazione è quello della revoca del piano trovando soluzioni sulla base di uno studio serio e rispettoso delle norme. I vigili urbani intanto si preparano al primo vero serio test per il piano del traffico. Tra giovedì e lunedì infatti riaprono tutte le scuole con sede al S. Cuore con tutto quello che ciò comporta.

Il comandante Miriam dell’Ali ha predisposto servizi appositi agli incroci più delicati ed in particolare nella zona di piazza degli Oleandri dove confluiscono i pullman e quattro sedi di istituti diversi. Per almeno un mese bisognerà fronteggiare l’emergenza a causa della perdurante chiusura di via Nazionale. Per l’amministrazione l’arteria potrebbe essere riaperta almeno per una corsia sin dalla prossima settimana grazie ai lavori di rimozione dei pericoli sul costone della collina di Monserrato ma i tecnici sono molto scettici ed escludono questa ipotesi.

Un sopralluogo a Monserrato con il dirigente della protezione civile, il capo dell’ufficio tecnico ed il direttore dei lavori è stato fissato per venerdì dal sindaco Piero Torchi e dall’assessore ai LlPp. Giovanni Scucces.