Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 834
MODICA - 24/05/2016
Attualità - Grazie alla mediazione di Confconsumatori

Indennizzi per i guasti telefonici nel Modicano

Risarcimenti fino a 400 euro per i privati e intorno alle 800 per le aziende Foto Corrierediragusa.it

Arrivano finalmente gli indennizzi della compagnia telefonica per le numerose famiglie e aziende delle campagne modicane che l’anno scorso avevano subito ripetuti guasti alla linea restando senza telefono ed internet per intere settimane. Nonostante le segnalazioni, in alcuni casi, la linea non era stata riparata e comunque gli utenti continuavano a ricevere le bollette per un servizio non erogato. Inoltre la zona era scarsamente coperta dal sevizio di telefonia mobile e quindi l´isolamento era totale isolamento. I residenti si erano quindi rivolti alla Confconsumatori che aveva subito attivato il meccanismo della conciliazione paritetica con la compagnia telefonica. La controversia era stata discussa tra l’avvocato Samantha Nicosia (foto), responsabile provinciale di Confconsumatori, ed i rappresentanti del gestore telefonico. A seguito di questa trattativa la compagnia telefonica ha di recente finalmente ripristinato le linee e si è impegnata ad erogare indennizzi per un totale di oltre 8 mila euro. Alle famiglie sono stati riconosciuti indennizzi da 300 a 400 euro mentre alle aziende da 700 a 850 euro, in proporzione ai giorni di disservizio lamentati e riscontrati dal gestore, senza dover ricorrere alle lungaggini e alle spese di una causa civile.

"La linea fissa è un servizio universale ed essenziale e va garantito e quindi è importante ricordare a tutti i consumatori – afferma l’avvocato Samantha Nicosia – che esistono quindi precisi obblighi, a carico dei gestori telefonici, previsti dal Codice del Consumo, dall’autorità Garante per le Telecomunicazioni e dalle Carte Servizi. E quando le compagnie telefoniche cercano di sottrarsi ai propri obblighi - conclude il legale - è bene non desistere ma cercare di far valere i propri diritti».