Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 696
MODICA - 04/09/2008
Attualità - Modica - La locazione di 2 aree per altrettante antenne telefoniche

Modica: Vodafone non paga il comune

La compagnia di telefonia mobile è debitrice di 48mila euro Foto Corrierediragusa.it

Tasse sulla pubblicità e sulle insegne dei negozi, passi carrai, spazi per i box del mercato ortofrutticolo, contravvenzioni, acqua e locazioni varie: da tutte queste voci il comune deve incamerare somme variabili da un minimo di 4mila ad un massimo di 450mila euro. Una montagna di soldi. In attesa che l’ufficio tributi si riorganizzi al meglio, potenziando il personale con il trasferimento in questa sede dei dipendenti finora rivelatisi meno produttivi in altri ambiti, tanto per essere eufemistici, ci pensa Nino Cerruto di «Una nuova prospettiva» a rammentare al comune un’altra «dimenticanza».

Pare difatti che la compagnia di telefonia mobile «Vodafone» sia in debito con palazzo San Domenico di ben 48mila euro per la locazione di un paio di terreni dove sono state installate, da ben due anni, altrettante antenne di telefonia mobile. Si tratta, nel dettaglio, di due aiuole spartitraffico, una posizionata in via Giovanni da Verrazzano, all’incrocio con la provinciale Sampieri Pozzallo, e l’altra lungo la statale 115. Il canone di locazione annuale delle due aree prevede il versamento, da parte della «Vodafone», di 12mila euro annui. Ma neanche un centesimo è stato finora incamerato dall’ente. Esortando dunque gli uffici preposti ad attivarsi per il recupero della somma dovuta, Cerruto auspica altresì l’adeguamento del contratti di locazione ai canoni correnti che, nella fattispecie, si aggirano sui 20mila euro annui.