Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 744
MODICA - 12/04/2016
Attualità - Tutto è lecito a palazzo San Domenico pur di far cassa

Le "bollette del futuro" a Modica!

I grillini invitano il sindaco e la sua amministrazione a sospendere il pagamento dei tributi anticipati Foto Corrierediragusa.it

A Modica le tasse future si pagano... ieri! Eh sì, perché nel settore della riscossione tributi, meglio se con larghissimo anticipo, il comune è davvero all’avanguardia, per merito di questa valente amministrazione che quando si tratta di incassare non perde tempo, anzi, ci pensa con mesi e mesi di anticipo. E così dopo le bollette doppie, pazze e a forfait delle scorse settimane, adesso il comune recapita persino le «bollette del futuro», vale a dire bollette di tributi non ancora maturati, come quelle recapitate nei giorni scorsi ai cittadini modicani per chiedere loro di pagare la Tari (Tributo comunale sui rifiuti) per un importo pari al 70% del totale annuo, cioè in riferimento ai rifiuti che saranno prodotti fino a metà settembre del 2016! Che altro aggiungere? A palazzo Sa Domenico non si dorme, ma si guarda sempre avanti per far quadrare il bilancio, poco importa se tartassando all’inverosimile i contribuenti ancora alle prese con le bollette passate. Su questa surreale situazione puntano i riflettori i grillini, i quali si chiedono: perché tutto ciò?

«Non è scritto da nessuna parte – si legge nella nota dei 5 stelle – che il cittadino debba anticipare il pagamento dei tributi, quando fino a qualche anno fa, in questo periodo, addirittura, si iniziava a pagare i tributi dell’anno precedente, e comunque a distanza di mesi dalla naturale maturazione. Ma se la maggior parte dei cittadini modicani ha ancora nel cassetto le bollette del 2015 e persino degli altri anni passati ancora da pagare, come dovrebbe fare – si domandano ancora i penta stellati – per pagare quelle dei tributi non ancora maturati relativi all’anno 2016»?

Domande retoriche, perché è ormai noto che a palazzo San Domenico tutto è lecito pur di fare cassa, nel disperato tentativo di far quadrare i conti disastrati dalle innumerevoli spese «allegre» della giunta. «Non se ne può più – chiudono i grillini – della politica del «Panem et circenses» adottata dal sindaco, che sta portando alla rovina la città e sempre più all’esasperazione le «povere» famiglie modicane».

Il Movimento 5 stelle Modica, riguardo a tali bollette non ancora maturate, invita dunque il sindaco, la sua amministrazione e gli uffici comunali competenti, a sospenderne l’invio e ad evitare di chiedere il pagamento per quelle già recapitate prima del 15 settembre 2016 e ciò anche al fine di concedere un po’ di respiro ai modicani. Si sa, la speranza è sempre l’ultima a morire, e ma in questo caso è bella che sepolta!