Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1017
MODICA - 07/04/2016
Attualità - Il disperato appello lanciato dai familiari

Cercasi donatore di midollo per salvare una donna

Per informazioni sulla donazione di midollo osseo si può dunque contattare il centro Avis di Ragusa ai numeri 0932 600000 o 0932 600002 Foto Corrierediragusa.it

Cercasi urgentemente donatore di midollo osseo per salvare una vita. E’ il disperato appello lanciato dai familiari di una donna modicana affetta da leucemia linfoblastica acuta. La giovane modicana solo pochi mesi fa ha scoperto di essere affetta da questa rara malattia. Una patologia definita «pediatrica», data la forte incidenza nei bambini colpiti da questa forma di leucemia, che raramente si presenta dopo i 29 anni, come invece accaduto alla giovane modicana. La ragazza alla fine del 2015 decise di fare un controllo di routine, un´ecografia che mette in luce dei linfonodi anomali. Da qui gli esami specialistici e la terribile diagnosi riscontrata. Una storia drammatica, l´inizio di un calvario che da mesi vede ricoverata la giovane in un ospedale lombardo con la sua famiglia per lunghi e pesanti cicli di chemioterapia. La donna ha dovuto rinunciare al lavoro e agli studi universitari. La leucemia linfoblastica acuta è un tumore ematologico che prende origine dai linfociti, un tipo particolare di globuli bianchi, nel midollo osseo ed è caratterizzata da un accumulo di queste cellule nel sangue, nel midollo e in altri organi. Si tratta quindi di una forma di leucemia, che, nella fase acuta che sta interessando la giovane donna, lascia poche possibilità di sopravvivenza. L´unica speranza è il trapianto di midollo osseo. Purtroppo nessun componente della famiglia della giovane è compatibile e ad oggi, nonostante le ricerche dell´ospedale in cui è ricoverata, non risultano donatori compatibili negli elenchi nazionali.

La famiglia lancia di conseguenza un appello a tutti coloro che vivono in territorio ibleo, soprattutto tra Modica, Ragusa, Comiso e Vittoria, affinché si rechino al centro trasfusionale Avis di Ragusa, dove i sanitari conoscono il caso, o nei centri Avis di Modica e Vittoria. Con un semplice prelievo di sangue, che è completamente a carico del servizio sanitario, si può scoprire se si è donatori compatibili. Un atto coraggioso e di estremo altruismo per far rinascere una vita che rischia di spegnersi a breve.

Per informazioni sulla donazione di midollo osseo si può dunque contattare il centro Avis di Ragusa ai numeri 0932 600000 o 0932 600002.