Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 832
MODICA - 25/08/2008
Attualità - Modica - L’assessore al bilancio Emanuele Muriana conferma

20 milioni di disavanzo: l´ente deve tagliare parecchi servizi

Nelle more dell’approvazione del bilancio ’08 del consiglio Foto Corrierediragusa.it

La scaletta è pronta. Ora bisogna trovare entrate e copertura finanziaria per far quadrare i conti. I numeri sono pesanti ed ormai accertati. L’assessore al bilancio Emanuele Muriana (nella foto) è chiaro: « Bisogna coprire un disavanzo del 2007 che ammonta a 14 milioni di euro oltre ai sei iscritti nel bilancio riguardanti il fitto del tribunale che sono molto teorici. Diciamo che viaggiamo sui venti milioni.

Questo disavanzo dovrà essere coperto nell’arco di tre esercizi finanziari ed entro il 15 settembre dobbiamo presentare una ipotesi di lavoro che dovrà essere approvata dal consiglio. Per il bilancio 2008 siamo arrivati già ai due terzi dell’anno in corso ma dobbiamo fare una manovra da quattro milioni di euro di minori spese per coprire il disavanzo.

Stiamo lavorando, ci sono alcune ipotesi, e sul piano politico la giunta è d’accordo anche perché la strada che ci troviamo davanti è a senso unico e non ammette deviazioni di sorta. Ci vuole una inversione di rotta e non possiamo più permetterci entrate fittizie per cui il bilancio 2008 e soprattutto quello che verrà per il 2009 saranno bilanci reali».

Muriana non si vuole addentrare nei dettagli che riguardano i tagli delle spese sostenute dal comune e si limita a dire « Il comune eroga servizi che non si può più permettere; ne discende che bisogna rivedere il piano delle spese e soprattutto fare delle scelte impopolari. L’amara verità è che non ci sono altre vie d’uscita».

Inizia l’iter amministrativo che porterà alla convocazione del consiglio comunale previsto per sabato che dovrà approvare il bilancio 2008. Nel corso della settimana il documento finanziario, licenziato dalla giunta, sarà esaminato dalla commissione competente per il relativo parere. La maggioranza vuole fare quadrato dal punto di vista politico anche se si rende conto che il taglio uscite influirà sui servizi erogati e sulla vita dei nuclei familiari soprattutto più deboli. Per tagliare quattro milioni di uscite sarà operata una manovra sui capitoli di spesa più disparati.

Ci sono due milioni di spese per i servizi sociali che saranno sforbiciati per arrivare ad un dimezzamento, scomparirà anche il costo per l’università, un milione di euro; tutti i servizi a domanda individuale, mense, trasporti,pulizie, subiranno un incremento di tariffe; nei programmi anche un taglio al trasporto scolastico dove si opererà con meno mezzi e meno operatori cercando di razionalizzare al massimo l’uso degli scuolabus.

Altra nota dolente il rapporto con Modica Multiservizi e Modica Rete Servizi le cui convenzioni saranno ridiscusse e riportate a costi meno onerosi a cominciare da quelli per il verde pubblico e le manutenzioni. « Lavoreremo con un’altra impostazione ? dice l’assessore Muriana ? Fino ad oggi si prendeva atto delle spese e poi si cercava di coprirle con le entrate, magari iscrivendo somme fittizie che esistevano solo sulla carta. Da oggi prima verificheremo le entrate e sulla base di queste pianificheremo le spese. E’ una filosofia spicciola ma che raramente, a tutti i livelli, viene applicata».