Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 546
MODICA - 22/08/2008
Attualità - Modica - Chiesta alla giunta maggiore attenzione per la zona

Mercato rionale pericoloso a Modica Alta? Sì, per i residenti

Le bancarelle ostruirebbero le vie di fuga e gli accessi alle case Foto Corrierediragusa.it

Vie di fuga ostruite. Ambulanti abusivi. Sporcizia imperante e difficoltà tangibili per i residenti a raggiungere le rispettive abitazioni. Un insieme di disservizi concentrati in viale Manzoni a Modica Alta a causa del quindicinale mercato rionale. Quanti abitano nel popoloso quartiere non ci stanno più e pretendono maggiore attenzione dalla nuova giunta Buscema «visto che l’amministrazione precedente ? scrivono gli interessati in una nota ? se ne sono sempre infischiati delle nostre segnalazioni».

I residenti rammentano bene che il mercato si tiene tradizionalmente in quella zona da circa un trentennio «ma è altrettanto vero che da allora ? prosegue la nota ? parecchie cose sono cambiate. Il numero di anziani è aumentato e proprio uno di loro rischiava di non arrivare vivo in ospedale qualche settimana fa visto che l’ambulanza, che doveva soccorrere il malcapitato vittima di un malore in casa sua, impiegò minuti preziosi per raggiungere l’abitazione. Il mezzo di soccorso ? si continua a leggere ? fu difatti rallentato dalle bancarelle, visto che era giorno di mercato».

Nella zona insistono peraltro due scuole. In caso di evacuazione dovuta a qualche evento sismico, alunni, docenti e personale scolastico si ritroverebbero in pratica imbottigliati se la malaugurata ipotesi dovesse concretizzarsi durante il giorno in cui si svolge il mercato. «Pretendiamo ? scrivono i residenti ? che vengano individuate delle vie di fuga senza che per forza debba prima verificarsi qualche tragedia. Queste vie di fuga ? si continua a leggere nella nota ? potrebbero essere ricavate togliendo suolo pubblico alle decine di ambulanti abusivi che si mescolano ai «colleghi» regolari».

Gli interessati evidenziano altresì il problema di non trascurabile importanza dell’igiene pubblica. «Non è previsto nessun bagno chimico e gli ambulanti si arrangiano come possono, lasciando poi per le strade «ricordini» poco graditi. Senza contare ? concludono i residenti ? le cartacce e i cartoni che il vento trascina per ogni dove e che gli operatori ecologici troppo spesso non si curano di raccogliere. Chiediamo dunque maggior rispetto per il nostro popoloso quartiere».