Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1248
MODICA - 22/08/2008
Attualità - Modica - L’assessore all’ecologia Serra passa al contrattacco

Lotta alle discariche abusive
con la rintracciabilità dei rifiuti

Per spazzare le strade sarà incrementato il numero dei mezzi Foto Corrierediragusa.it

Per ripulire ed eliminare le discariche abusive ci sarà la rintracciabilità dei rifiuti ingombranti. E’ il progetto cui pensa l’amministrazione per mettere fine all’abbandono indiscriminato di materiali. « Vogliamo verificare se c’è una anomalia in questa situazione. Non è possibile infatti che in certi periodi ci siano dei picchi in cui vengono abbandonati certi tipi di materiale» dice l’assessore all’ecologia Tiziana Serra (nella foto).

L’ultima «anomalia» cui si riferisce l’assessore è quella dei materassi; nel periodo delle vacanze estive ed in particolare sotto ferragosto è stato riscontrato un numero significativo di materassi abbandonati. « Sono quantità che non si giustificano ? dice l’assessore Serra ? Siamo vicini al centinaio di materassi; capisco la stagionalità e la necessità di qualcuno di sostituire i materassi nelle case di residenza estiva ma c’è qualcosa che non va e non ci convince. Con i funzionari dell’ufficio abbiamo affrontato la questione insieme a quella della raccolta differenziata ed abbiamo deciso di adottare un nuovo metodo». Questo si baserà innanzitutto sulla rintracciabilità del materasso; ogni pezzo che arriverà in discarica infatti verrà marcato e datato ai fini dell’identificazione per verificare se lo stesso ritornerà in ciclo ed abbandonato per una seconda volta.

Il numero di materassi rinvenuti nelle discariche abusive fa pensare infatti ad un vero e proprio riciclaggio; altre indagini per capire da dove vengono i rifiuti ingombranti saranno affidate agli ispettori dell’impresa che ha in appalto il servizio di igiene urbana. « Nonostante questi scompensi ? dice l’assessore Serra- devo rilevare come la situazione negli ultimi mesi sia migliorata per quanto riguarda le discariche abusive.

I punti « caldi» di Pozzo Cassero, Trebalate, Rocciola, sono stati azzerati anche se non nego che esistono altre situazioni che non ci piacciono. La vastità del territorio modicano non ci aiuta e non possiamo tenere tutto sotto controllo se non ci aiutano i residenti.» Buone notizie invece per il centro storico dove arriveranno nuove spazzatrici per i vicoli; i mezzi, piccoli ed agevoli, saranno dati in dotazione al personale della Busso per spazzare viuzze e cortili del centro storico dove non si può arrivare agevolmente.

« Ci stiamo dedicando in particolare al centro storico ? dice l’assessore Serra ? In questo periodo ci sono molti turisti ed abbiamo provveduto a scerbare e pulire le strade con un impegno straordinario che ha dato i suoi frutti.» Anche per i contenitori della raccolta differenziata, vetro, carta e plastica, la raccolta è ritornata alla normalità. Grazie all’accordo con la ditta appaltatrice del servizio i contenitori sono svuotati nel giro di una settimana, dieci giorni; non è il toccasana per la raccolta differenziata che dovrà partire in città, come in tutta la provincia, dal prossimo mese di settembre , ma i dati del conferimento dei materiali hanno fatto registrare un incremento del cinque per cento.


CONFERENZA DI SERVIZIO: PIU´ MEZZI E MAGGIORE IMPEGNO PER SPAZZARE LE STRADE

Più mezzi e migliore organizzazione del lavoro. Tiziana Serra ha dato le direttive a dirigenti e titolare dell’impresa che gestisce il servizio di igiene urbana in città. Giuseppe Busso ha partecipato ad una riunione cui era presente anche il dirigente del settore ecologia Giorgio Muriana; il titolare della Busso ha annunciato l’impiego di nuove spazzatrici ed un impiego più razionale del personale a disposizione ed ha anche annunciato un giro di vite anche su quanti tra il personale non rispetta orari e turni di lavoro.

Busso è stato chiaro con un paio di dipendenti che si sono presentati in ritardo al lavoro e che sono stati rimandati a casa per la giornata. « Niente sconti a nessuno - dice Giuseppe Busso ? Il lavoro va fatto nei tempi e nei modi che sono previsti dal contratto di lavoro». Il personale della Busso è stato anche richiamato sull’utilizzo della attrezzatura e del vestiario da lavoro fornito in dotazione. L’assessore Serra da parte sua ha dato precise indicazioni; innanzitutto la rimozione di due tre discariche abusive che ancora insistono nel territorio.

Una si trova lungo la provinciale per Pozzallo e l’altra nella zona di piano Ceci; nei prossimi giorni il personale della ditta provvederà a fare pulizia mentre è stato avviato l’annunciata mappatura dei siti delle discariche abusive per controllare se i rifiuti saranno ammassati negli stessi luoghi. I controlli da parte dei supervisori e capo squadra della Busso sarà puntuale e gli interessati riferiranno al dirigente di eventuali anomalie per tenere sotto controllo il fenomeno discariche. « Rispetto all’inizio dell’estate la situazione è comunque migliorata ? dice l’assessore Serra- Con una migliore organizzazione speriamo di farcela a tenere pulire il territorio».

(In alto la discarica abusiva di contrada Sant´Elena Pietre Nere nella foto di Carmelo Poidomani)

L´assessore comunale all´ecologia Tiziana Serra