Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 794
MODICA - 13/02/2016
Attualità - La democrazia in città sempre più a rischio

Manifesti Pd coperti, il sindaco di Modica non gradiva

Un episodio vergognoso mai verificatosi prima d’ora in città con le precedenti amministrazioni Foto Corrierediragusa.it

Il manifesto affisso dal Pd secondo tutte le regole non è piaciuto al sindaco di Modica che lo ha fatto subito coprire. "Il sindaco spende e il popolo paga" era il titolo dell´evocativo manifesto subito coperto dalla solerte amministrazione comunale di palazzo San Domenico (foto), con tanto di cifre precise al millesimo sulle "spese pazze" della giunta, sulle tasse alle stelle e quant´altro evidentemente non è andato giù al primo cittadino, che si è fatto un dovere di incaricare subito un operaio della Multiservizi di coprirli, d´emblèe. Tutti siamo in attesa di scoprire la motivazione, visto che il Pd assicura che tutte le regole in materia di affissione e tipologia di manifesti erano state scrupolosamente rispettate. Un autentico e ulteriore attentato alla democrazia e al dibattito sociale, questa copertura arbitraria dei manifesti del Pd. E, tanto per sgomberare ogni dubbio, l´operaio incaricato ha coperto solo i manifesti del Pd, e non gli altri. Ma la verità, o almeno una verità, non può essere tenuta nascosta da provvedimenti ad hoc, quantomeno discutibili, per non dire peggio. Siamo curiosi di conoscere le motivazioni che l´illustre sindaco fornirà (se le fornirà) sulla copertura dei manifesti che informavano i cittadini sull´allarmante situazione di cassa del comune, che, giova ricordarlo, versa in stato di pre dissesto economico finanziario, con la Corte dei conti sempre sul chi vive. Un ennesimo, gravissimo e vergognoso episodio mai verificatosi in città con le precedenti amministrazioni. Un episodio di cui decine di modicani si sono resi conto in tempo reale, tra la curiosità e lo stupore, e di cui migliaia ora chiederanno di sapere perchè.