Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 763
MODICA - 30/12/2015
Attualità - Pesa la questione economica nell’allestimento della nuova stagione

Fondazione Garibaldi con Cannata e Cartier

Il nuovo sovrintendente conta di vincere la difficile sfida con nuove idee e tanto entusiasmo Foto Corrierediragusa.it

Sfida impegnativa per il nuovo direttivo della Fondazione Garibaldi. Dopo le dimissioni di Simona Celi e la nomina di Tonino Cannata a sovrintendente (a sin. della foto con Carlo Cartier) la Fondazione si prepara ad affrontare il nuovo anno. Carlo Cartier, direttore artistico, e Alessandro Romano, responsabile per le scuole, hanno il problema di allestire un calendario credibile e di far quadrare i conti. Perchè, sarà bene ricordarlo, la precedente gestione ha accumulato debiti per 60 mila euro e deve "risarcire" uno spettacolo agli abbonati della scorsa stagione. Tonino Cannata nel corso della presentazione ufficiale del direttivo in sede di conferenza stampa non ha nascosto i problemi esistenti ma è pronto a misurarsi con proposte e idee. Ci vorrà certamente un nuovo impulso degli sponsor, un allargamento del pubblico con repliche e uno sfruttamento intensivo del teatro.

Dice il nuovo sovrintendente: "Ho dato la mia disponibilità in quanto mi sono reso conto che ci sono le condizioni umane e culturali per superare questo difficile momento potendo contare sul sostengo del presidente e del suo vice. Non sarà solo Teatro ma anche eventi legati alle mostre di pittura di una certa consistenza artistica e a giorni procederò alla nomina di un consulente, persona di collaudato sapere ed esperienza, capace di svolgere nel migliore dei modi il compito". Il nuovo cartellone e i prossimi appuntamenti sono in fase di definizione ma Carlo Cartier ha alcune anticipazioni. Il primo spettacolo è stato infatti fissato per venerdì 22 gennaio con « Il nuovo pifferaio magico»; una rappresentazione per bambini ma non solo.

Dice Carlo Cartier: "Sarà una stagione che avrà almeno due spettacoli al mese sino ad aprile ed è mia ferma intenzione organizzare dei matinée con le scuole per ricreare la buona e sana abitudine di andare al teatro almeno una volta la mese. Daremo vita ad una serie di attività didattiche e teatrali con lo scopo di impegnare il teatro per almeno trecento giorni l’anno».
Accanto alla stagione classica ci sarà spazio anche per un cartellone di teatro contemporaneo e musicale che vede l’apporto, ha sostenuto Alessandro Romano, delle risorse locali coinvolgendo gli studenti e quindi le scuole.