Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 994
MODICA - 28/12/2015
Attualità - La "Belluardo-Risadelli" ha intrattenuto al meglio i circa 300 presenti in sala

Banda Modica riscuote consensi al "Teatro Garibaldi"

Solo sei mesi fa i componenti hanno deciso di riprendere in mano gli strumenti e suonare insieme dopo oltre 20 anni Foto Corrierediragusa.it

Un concerto che ha strappato gli applausi dei 300 presenti al teatro Garibali. Non poteva avere maggiore successo l´esordio della banda musicale «Città di Modica – Belluardo Risadelli» (foto). Il concerto ha spaziato dalla tradizione natalizia, con «Tu Scendi dalle Stelle», «O Tannenbau», d «White Christmas» ,« Holy Night», al mondo cimematografico (vedi l´apertura con la celeberrima «Gonna fly now», colonna sonora di Rocky e «Nuovo Cinema Paradiso»). Le ciliegine su una serata perfetta sono state le esibizioni dei due cantanti, il tenore Giuseppe Baglieri e il soprano Claudia Perrone che con le loro voci vibranti hanno strappato applausi a scena aperta proponendo alla fine anche un bis con «Adeste Fideles».

Uno spettacolo di quelli che riconcilia con la musica, messo in scena da ragazzi che solo sei mesi fa hanno deciso di riprendere in mano gli strumenti e tornare a suonare insieme dopo oltre 20 anni. Il legame indissolubile con il passato si è notato particolarmente nell´intervallo, quando sono saliti sul palco due volti storici della musica bandistica modicana. Peppino Galfo, al quale è stato consegnato un riconoscimento per la sua lunga carriera dalle mani dell´amico fraterno Michele Palermo. Entrambi, visibilmente commossi, si sono lasciati andare ad un lungo abbraccio con il maestro Civello e il presidente Cataldi.

Un abbraccio simbolico verso tutta la banda, i cui componenti hanno assistito alla scena con gli occhi rossi per la commozione. E in pieno spirito natalizio è stato presentato anche il progetto, che permetterà ai bambini appartenenti a famiglie disagiate economicamente di poter avere uno strumento musicale e cominciare a suonare nella scuola di musica della «Belluardo – Risadelli». Tutto a costo zero, visto che sia le le lezioni che gli strumenti saranno forniti dalla banda, così come il biglietto dello spettacolo di Natale. Una politica voluta fortemente dal presidente Cataldi e dal Maestro Civello per fare re-innamorare i modicani della musica bandistica.