Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1082
MODICA - 17/12/2015
Attualità - Il convegno promosso dal Cirs Ibleo si tiene sabato all’Auditorium Floridia, domenica escursione

I siti carsici iblei, un mondo da scoprire e valorizzare

La valle del Tellesimo e la Conca del Salto sono i vertici Nord-Sud di un territorio, quello modicano, ricco di biodiversità Foto Corrierediragusa.it

Una due giorni per conoscere meglio le peculiarità dei siti carsici iblei. E´ l´obiettivo del convegno "Geositi carisici iblei" che si tiene questo fine settimana presso l´Auditorium "Floridia" per iniziativa del Cirs Ragusa (Centro ibleo di ricerche speleo). La manifestazione è stata inserita nell’evento nazionale «Settimana del Pianeta Terra» - L´Italia alla scoperta delle geoscienze - articolata in un insieme di «Geoeventi», in diverse località sparse su tutto il territorio nazionale. La Sicilia ha un notevole patrimonio carsico sia superficiale che ipogeo, spesso poco conosciuto e cosa ancora più importate non adeguatamente salvaguardato. Le aree carsiche dei Monti di Trapani, dei Monti di Palermo delle Madonie, dei Nebrodi e delle evaporiti del settore centro-meridionale della Sicilia, i sistemi fluvio-carsici a spettacolari canyon e gole e le grotte degli Iblei, sono solo alcuni esempi della grande ricchezza e varietà di forme carsiche presenti nell’isola, in alcuni casi arricchite da ritrovamenti di natura antropica e paleontologica di grande valenza scientifica.

La valle del Tellesimo e la Conca del Salto (foto) sono i vertici Nord-Sud di un territorio, quello modicano, estremamente ricco di biodiversità, e che beneficia in molti siti degli strumenti comunitari per la tutela e la valorizzazione, cui si aggiunge ora la possibile tutela geologica. La manifestazione intende promuovere un turismo culturale, sensibile ai valori ambientali, che metta in risalto sia le risorse naturali più spettacolari, sia quelle meno conosciute, ma non meno affascinanti: quelle che abbiamo la fortuna, spesso senza saperlo, di avere proprio a due passi da casa. Il programma prevede una serie di interventi a partire dalle 16. Domenica invece è prevista una escursione alla Conca del salto con partenza alle 9 da piazza Matteotti.