Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1266
MODICA - 02/12/2015
Attualità - A causa delle inadempienze dell’amministrazione

Modica non paga: chiude corso di laurea in scienze sociali

La ex Provincia si è defilata anche se per quest’anno ha versato 178 mila euro Foto Corrierediragusa.it

Il presidente del Consorzio universitario ibleo (Cui) Cesare Borrometi lo aveva annunciato tempo addietro. Ora la decisione è stata ufficializzata perchè Modica, seppur diffidata, non ha pagato i 600 mila euro di arretrato che deve proprio al Consorzio Universitario di Ragusa. Dal primo gennaio il corso di laurea in Scienze sociali "Stagno d´Alcontres", con sede in via Crispi, sarà trasferito a Ibla e la storica sede del corso avviato da padre Scimè negli anni 70 come Diploma di servizio sociale chiuderà. Un accordo era stato perfezionato lo scorso giugno tra il sindaco e il presidente del Consorzio. Modica avrebbe dovuto pagare la sua quota ma dopo la firma del´accordo nessuna risposta nonostante varie sollecitazioni e pressioni da parte del Cui. Da qui la decisione anche perchè il Consorzio deve fare quadrare i conti e non può giustificare da un punto di vista anche operativo che si tenga aperto un corso in una città che non onora i suoi debiti e che costa a conti fatti 150 mila euro l´anno. Tutti a Ragusa dunque i circa 200 iscritti ad appena pochi mesi dall´avvio delle lezioni. Ragusa è rimasto l´unico socio che finanzia il Cui con una quota di 900 mila euro.

La ex Provincia si è defilata dopo un lungo contenzioso anche se per quest´anno ha versato 178 mila euro. Silenzio da tutti gli altri ed allora diventa difficile anche se in soccorso del bilancio 2015 è arrivato per quest´anno il contributo della Regione per 5 mila euro che consentirà di chiudere il bilancio di un milione 800 mila euro. Il presidente Borrometi per il prossimo anno si dovrà attrezzare ed allora ha cominciato a tagliare a cominciare da Modica. Una responsabilità che ricade tutta sull´amministrazione comunale che nonostante abbia nella sua disponibilità i soldi del D.L.35 per pagare i debiti pregressi non ha ritenuto di dovere pagare.