Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 999
MODICA - 07/08/2008
Attualità - Modica - Il sindaco Antonello Buscema non usa mezzi termini

Il comune di Modica? Un ente del tutto privo di credibilità

"La situazione è davvero critica: in tutta la Sicilia, o quasi,
non ci sono persone disponibili a fare aperture di credito"
Foto Corrierediragusa.it

« Abbiamo una credibilità uguale allo zero». Non usa mezzi termini il sindaco Antonello Buscema (nella foto), che non si vuole nascondere e si rende conto della gravità della sua affermazione. « Non posso farci nulla ma in tutta la Sicilia, o quasi, non ci sono persone disponibili a fare aperture di credito al comune di Modica quando parliamo di appalti per servizi e forniture. Noi ci stiamo impegnando al massimo e chiediamo a tutti di darci fiducia».

Buscema tocca con mano giorno dopo giorno la gravità della situazione e non riesce in qualche caso a far fronte a dei precisi compiti istituzionali dell’ente. Gli ultimi due vengono da Marina di Modica, affollata da trentamila persone tra residenti e villeggianti. Le telefonate al centralino ed al gabinetto del sindaco non si contano più; Marina di Modica è invasa da zanzare ed insetti e la sera è un’impresa stare in terrazza. La causa è la mancata disinfestazione sia di Marina di Modica sia di Maganuco. Come ogni anno la campagna di disinfestazione è stata avviata nel mese di giugno in città e poi estesa nella prima settimana di Luglio nella fascia rivierasca.

Tutto questo non è stato possibile nonostante i tempi sono stati molto ristretti per l’insediamento della nuova amministrazione. « Abbiamo bandito la gara anche se di poche migliaia di euro ? dice il sindaco- Non abbiamo trovato nessuna ditta disposta a partecipare perché alcune di queste devono ancora percepire i mandati di due o tre anni fa. Non ci possiamo fare niente. Tutti ci dicono di non volere avere nulla a che fare con il comune di Modica se prima non si azzera il passato.Non si tratta solo di ditte locali ma di imprese che hanno sede in provincia ed anche fuori provincia. Le assicurazioni, la fiducia che chiediamo, i segnali che mandiamo all’esterno non bastano più» Altro caso estivo è quello del servizio di salvataggio a mare, peraltro imposto dalla protezione civile.

« Non troviamo persone o cooperative disponibili. Ci ho messo la mia faccia e la mia parola per convincere qualcuno e pare che la cosa si possa risolvere a giorni. Si tratta tuttavia- dice il sindaco ? di richieste fatte a titolo personale perché le gare vanno deserte». L’ultima gara andata deserta in ordine di tempo è stata quella per la sostituzione delle lampade della illuminazione pubblica. Da mesi non si sostituisce una lampadina e soprattutto nel centro storico la penombra è quasi una regola con riflessi non solo sulla vivibilità ma in qualche caso anche sulla sicurezza pubblica. Anche il lungomare di Marina di Modica soffre e resta al buio. La gara è andata deserta per l’ennesima volta e bisognerà attenderne una nuova.

« Dico a tutte le imprese che abbiamo avviato un percorso nuovo che si muove in direzione opposta rispetto al passato. Stiamo cercando di recuperare risorse per assicurare quei servizi essenziali che la gente ci chiede. I cittadini debbono tuttavia sapere che la mancanza di credibilità del comune deriva da comportamenti passati che ci mettono oggi in difficoltà. Con la manovra sull’acqua recupereremo qualche milione di euro ? dice il sindaco- Con quei soldi faremo le gare ma le ditte devono partecipare altrimenti i nostri sforzi saranno vani». L’S.O.S. di Buscema è partito ; tutto da verificare se sarà raccolto o resterà chiuso in una bottiglia.