Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1340
MODICA - 28/10/2015
Attualità - Era sempre stato vicino ai poveri e come loro viveva in povertà

Oggi i funerali di Monsignor Scarso a San Giorgio

Celebrerà il vescovo Staglianò
Foto CorrierediRagusa.it

E´ deceduto alla veneranda età di 99 anni Sua Eccellenza Monsignor Giorgio Scarso. La camera ardente resterà aperta fino a mezzogiorno di oggi mentre nel pomeriggio, alle 16, nella chiesa di San Giorgio, saranno celebrati i funerali da parte del vescovo della diocesi di Noto Monsignor Antonio Staglianò. Monsignor Scarso povero è nato, povero è morto. Per tutta la vita ha pensato a chi aveva bisogno. Per 50 anni è stato missionario in Brasile. Nato a Modica il 13 agosto 1916, avvertì molto presto la chiamata a seguire Cristo nel carisma di S. Francesco ed entrò nell´ordine dei frati cappuccini della provincia di Siracusa. Qui nel 1934 ricevette l´abito e il 28 giugno 1942 fu ordinato sacerdote. Erano gli anni in cui imperversava la II guerra mondiale e il giovane Giorgio sentì forte la vocazione missionaria, così appena terminato il conflitto partì con la nave per il lontano Brasile. Destinato dapprima nello Stato "Spiritu Santo" a S. Teresa, poi a Mantenna, Niteroi, Petropolis profuse tutte le sue energie giovanili nell´evangelizzazione e nella promozione umana di quella gente finché l´8 dicembre 1967 fu eletto Vescovo di Patos de Minas.

È qui che ha esercitato il suo ministero episcopale fino al 1992, anno in cui, per raggiunti limiti di età, ha lasciato a mani più giovani la Diocesi per tornare in convento a Niteroi e continuare a fare il missionario con l´entusiasmo del neofita. Rientrato in Diocesi, ha svolto il ministero come Cappellano all´Ospedale Maggiore di Modica dal 26 maggio 1999 all´8 febbraio 2007. Risiedeva nel convento dei Frati Minori Cappuccini di Modica.