Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 616
MODICA - 19/10/2015
Attualità - Due serate all’insegna della musica a palazzo Grimaldi e al teatro Garibaldi

La pianista Lydia Giardina ricordata al "Garibaldi"

Premiate quattro eccellenze che rinverdiscono la tradizione musicale della città Foto Corrierediragusa.it

La figura di Lydia Iemmolo Giardina è stata ricordata con due serate musicali cui hanno partecipato alcuni giovanni talenti. Lydia Iemmolo Giardina, scomparsa nel 2001, fu pianista d’eccezione ed apprezzata maestra di pianoforte che tanti talenti ha scoperto e formato nel corso della sua lunga carriera presso il suo storico studio in via Lantieri. Dotata di un talento musicale non comune e di notevoli doti interpretative la Iemmolo Giardina sin dal 1929, a soli 14 anni, conseguì il miglior diploma di pianista dell’annata alla Reale Accademia di Santa Cecilia. Fu anche fondatrice nel 1950 dell´associazione ""Amici della Musica", che ad oggi è il sodalizio di più antica fondazione nel territorio ibleo.

L´Agimus di Modica con la sua presidente Marisa Di Natale e sotto la direzione artistica del maestro Giovanni Cultrera nel ricordo della Giardina ha organizzato due serate, una alla Fondazione Grimaldi ed una al Teatro Garibaldi nel corso delle quali si sono esibiti quattro giovani eccellenze musicali già impostesi all´attenzione del pubblico e della critica. Il Soprano Francesca Scaini, vincitrice del premio Callas, ha offerto una interpretazione Magistrale di alcune arie tratte da opere di Puccini e Verdi.

Gli artisti, alcuni di essi formatisi proprio sotto la guida di Lydia Iemmolo Giardina, hanno dato vita al "Garibaldi" ad un concerto molto apprezzato e seguito da un numeroso pubblico. Sul palcoscenico a conclusione della serata il presidente della Fondazione Grimaldi, Giuseppe Barone, ha premiato Gianluca Abbate, vincitore del premio Carla Giudici, Nicolò Cafaro, unico finalista del concorso pianistico «Krainev» di Mosca, Antonino Fiumara, primo premio della sezione pianoforte del concorso pianistico «Claudio Abbado» di Roma, Ruben Micieli, vincitore del primo premio del concorso internazionale pianistico a Mayenne, e Chiara Rizza, vincitrice del primo premio del VII concorso internazionale Agimus di Roma. A ciascuno di loro è andato un assegno devoluto dalla Fondazione Grimaldi in collaborazione con la famiglia Giardina rappresentata da uno dei figli della docente.

(nella foto: un momento della premiazione)