Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1021
MODICA - 31/07/2008
Attualità - Modica - Il consigliere comunale si rivolge al sindaco Buscema

Caos "Multiservizi", sfiorata
la rissa. Cavallino chiede lumi

La società pubblica è ancora senza presidente e CdA Foto Corrierediragusa.it

Situazione esplosiva alla «Multiservizi». La società pubblica del comune verserebbe in cattive acque. Ad aggravare le cose la mancata nomina del nuovo presidente, che si dovrebbe assumere il non facile onere di riportare ordine.

La denuncia viene dal consigliere comunale Tato Cavallino (nella foto) che, in una lunga nota inviata al sindaco Antonello Buscema, chiede di conoscere i motivi alla base di un così palese ritardo nella nomina del nuovo presidente della «Multiservizi».

Stando a quanto accertato da Cavallino, in carica risulta ancora Nino Scivoletto, il già capo di gabinetto del sindaco al quale Buscema aveva dato il benservito qualche giorno fa. Pare che Scivoletto si rechi in maniera sporadica in sede e il più delle volte si serva del suo segretario e del suo autista per farsi portare a casa i documenti da firmare per la gestione ordinaria della società.

Stando a quanto denunciato da Cavallino nella dettagliata nota inviata al primo cittadino, pare che il segretario e l’autista, peraltro anch’essi dipendenti della «Multiservizi», stiano facendo il bello e il cattivo tempo, ponendosi in una situazione di superiorità che indispettisce i colleghi. D´altronde la scorsa settimana ssi sarebbe addirittura sfiorata la rissa nella sede della «Multiservizi» perché ad alcuni dipendenti erano stati erogati in anticipo di qualche giorno gli stipendi rispetto agli altri colleghi.

Due pesi e due misure che hanno acuito il malcontento derivante dal ritardo cronico nell’erogazione delle spettanze dovute dall’ente. «L’assenza di una figura apicale come quella del presidente ? dichiara Cavallino ? rende ancora più delicata l’intera vicenda. Perché il sindaco ? si chiede il consigliere comunale ? non ha rimosso Scivoletto dalla carica con la stessa celerità utilizzata per mandarlo via da palazzo San Domenico? Forse ? riflette Cavallino ? non è stato ancora raggiunto l’accordo meramente politico tra Mpa e Pd sul nome da proporre quale presidente della «Multiservizi». A questo punto, però ? aggiunge il consigliere ? mi pare che la nuova giunta stia predicando bene e razzolando male».

Da parte sua il sindaco aveva fornito rassicurazioni su una celere risoluzione della vicenda. I dipendenti continuano a lamentarsi a denti stretti e, per il momento, non intendono attuare forme di protesta eclatanti, anche perché la scorsa settimana si sono visti erogare la mensilità di maggio, anche se con il piccolo «giallo» del presunto illecito del pagamento anticipato delle spettanze ad alcuni dipendenti rispetto ad altri e di cui Cavallino chiede piena contezza al sindaco.

Nella sua nota il consigliere denuncia anche la sospensione dal servizio di una decina di lavoratori addetti agli scuolabus a causa della chiusura delle scuole durante il periodo estivo. Nulla di strano se non fosse che, stando a quanto accertato dal consigliere, altri lavoratori più «fortunati» con le medesime mansioni continuerebbero ad usufruire di 40 ore di lavoro settimanale anche in estate. Il consigliere comunale chiude la nota invitando il sindaco a discutere in consiglio di tutte queste problematiche, cominciando con lo spiegare come mai non si è ancora proceduto alla nomina del nuovo presidente e del consiglio d’amministrazione della «Multiservizi».