Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 635
MODICA - 31/07/2008
Attualità - Modica - Le strutture sportive lasciano parecchio a desiderare

E´ "spelacchiato" il Polisportivo Caitina, servono soldi

Il glorioso campo "Vincenzo Barone" ai limiti dell’agibilità Foto Corrierediragusa.it

Polisportivo "Caitina" spelacchiato (nella foto), «Vincenzo Barone» al limite dell’agibilità, geodetico pericoloso e palestre bisognose di interventi. Il panorama delle strutture al servizio dello sport è desolante ad appena un mese dal riavvio della attività agonistica. I rappresentanti delle società sportive riunite nella consulta dello sport lo hanno detto all’assessore Enzo Scarso.

« Bisogna cambiare registro ? ha detto Salvatore Migliore, presidente della consulta- Così non si può fare sport».Enzo Scarso non si è nascosto ed ha aperto il quaderno del suo bilancio che è vuoto o quasi. Non ci sono soldi e le società che introitano risorse grazie alle quote associative dei loro tesserati saranno chiamate a mantenere le strutture che usano. In questo senso l’amministrazione stipulerà una convenzione che nei fatti vorrà dire rinunzia da parte del comune ad esigere i contributi che le società sono tenute a versare sulla base del regolamento comunale ma dall’altra parte collaborazione per il mantenimento ordinario delle strutture.

Altro capitolo dolente è quello dei contributi che da anni le società attendono ma che non riescono ad introitare per mancanza di risorse da parte dell’ente. Tempi duri anche per i dirigenti ed i responsabili di società amatoriali e dilettantesche che sono apparsi scoraggiati per il futuro che si profila all’orizzonte per la stagione che si apre.

I due casi più emblematici della manutenzione sono quelli del polisportivo della Caitina e del «Vincenzo Barone». Qui il terreno di gioco è ridotto ad un campo di patate soprattutto dopo gli ultime precari interventi, gli spogliatoi sono ormai umidi e antigienici ; alla Caitina lo spettacolo è desolante; l’erba è scomparsa o quasi visto che da metà maggio la dirigenza del Modica calcio si è disinteressata della manutenzione del campo in erba e l’amministrazione lo ha dimenticato.

Tra palazzo S. Domenico e dirigenza del Modica Calcio si gioca a rimpiattino ed il rischio serio è che il campo non sia utilizzabile per le gare di campionato. « Non ci possiamo neppure allenare ? dicono in coro i giocatori e l’allenatore del Modica ? Diteci come fare».