Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1062
MODICA - 20/08/2015
Attualità - Il barocco del centro storico sfregiato dalle brutture

Due "perle" di cattivo gusto in centro storico a Modica

Della serie "Non c’è mai limite al peggio" Foto Corrierediragusa.it

Due "perle" di cattivo gusto nel giro di pochi metri. Sembrerebbe difficile riuscire nell´impresa ma amministratori ed "esperti" hanno invece centrato in pieno l´obiettivo in un luogo simbolo della città. Proprio nel momento in cui l´Unesco dichiara di "eccezionale valore" il patrimonio delle città del val di Noto e raccomanda a tutti gli amministratori attenzione, cura, rispetto per l´identità dei luoghi e del patrimonio monumentale ed artistico, in piazza Matteotti si è consumato l´ennesimo insulto. Si comincia con un pannello solare con relativa centralina posizionato sulla piazza, un inserimento che non ha nulla a che vedere con tutto il contesto, che non abbellisce certamente ed anzi inserisce un elemento di disturbo sia per la vista sia per i materiali naturali della piazza. Chi ha pensato il pannello solare non si è posto evidentemente una domanda che qualsiasi cittadino che ha un minimo di buon senso e di rispetto per la città si è posto in questi giorni sollevando un grande punto interrogativo sulle capacità di scelta degli amministratori. A corredo della piazza, lungo alcuni marciapiedi e in alcuni spazi pubblici hanno fatto poi comparsa i nuovi sedili che hanno sostituito quelli in ferro battuto.

Buona l´idea perchè le panchine erano ormai consunte e usurate dal tempo ma pessima la scelta. Era l´occasione per inserire un elemento di arredo urbano elegante e funzionale ma l´esito è stato disastroso per la forma, il colore e soprattutto la funzionalità. Per statuto la seduta di un sedile dovrebbe essere comoda e accogliente. Nulla di tutto ciò perchè lo schienale è basso e spezza la schiena anche per chi si accomoda per qualche minuto in più. Era successo già lo scorso ano con le poltroncine del´auditorium di Marina di Modica grazie alle quali arrivare ala fine di uno spettacolo è impresa ardua e mette a rischio la colonna vertebrale. Esperti e componenti le commissioni competenti (chissà di cosa) ci sono ricascati avendo forse una vocazione per la flagellazione delle schiene dei propri cittadini.

Nella foto le panchine scomode e il pannello solare: uno spettacolo per gli occhi (e la schiena)