Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1091
MODICA - 23/07/2008
Attualità - Modica - La liquidità di cassa resta una chimera

Buscema fa i conti con la crisi finanziaria: pagati i netturbini

Difficile per il sindaco gestire una situazione al limite Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Antonello Buscema (nella foto) tocca con mano le difficoltà di convivere con un ente a secco. Da un lato gli operatori ecologici, dall’altro servizi essenziali come la fornitura di acqua, dall’altro ancora gli stipendi dei dipendenti. La decurtazione delle indennità appare oggi solo un segnale di solidarietà e di natura morale nel mare delle grandi emergenze.

Ieri una cinquantina di operatori ecologici hanno sostato davanti alla sede della banca tesoriera per avere certezza dei loro mandati di pagamento relativi allo stipendio di maggio. Solo dopo l’arrivo dell’autorizzazione arrivata da Palermo per pagare il mandato di 340mila euro alla ditta Busso i lavoratori hanno sciolto il sit in che si è protratto per oltre due ore sotto il sole cocente. Stamani la società consegnerà ai 104 lavoratori gli assegni relativi al mese di maggio.

« E’ una situazione sempre precaria- dichiara Franco Notarnicola della Cgil- Nonostante l’impegno del sindaco notiamo resistenze, sbagli, errori di valutazione da parte dei funzionari che ritardano procedure già lente». Silenzio per il momento sul pagamento del mese di giugno e della 14ma già scaduti visto che non ci sono risorse adeguate e bisognerà attendere l’arrivo di flussi di cassa. Stessa situazione per il pagamento del mese di giugno per i dipendenti comunali che in questi giorni incontrano il sindaco; i rappresentanti sindacali nonostante l’apertura di credito nei confronti della nuova amministrazione sono preoccupati per la condizione strutturale del debito a palazzo S. Domenico.

Antonello Buscema da parte sua ha tamponato almeno per il momento la crisi idrica apertasi con la chiusura della condotta da parte del consorzio di bonifica di Ragusa che ha ridotto a secco i rubinetti alla Rocciola, nella parte bassa di Frigintini, al Mauto. Oggi il sindaco incontra il commissario del consorzio per assicurare un anticipo di 30mila euro rispetto ai 200mila dovuti. « E’ una situazione che abbiamo ereditato- dice Buscema- Cercheremo di risolverla pianificando il pagamento del debito».