Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1100
MODICA - 05/05/2015
Attualità - Interviene Sel sulla vicenda che sta sollevando parecchie proteste

D´Antona: "Sindaco troppo remissivo con Asp"

Il consigliere a questo punto investe della problematica il massimo consesso cittadino Foto Corrierediragusa.it

Sulla questione del servizio di medico di guardia interdivisionale per la notte all’ospedale Maggiore l´Asp 7 conferma la decisione assunta dalla stessa azienda di sopprimere il servizio. Per il consigliere comunale di Sel Vito D´Antona (foto) la problematica ai danni dell´utenza permane tutta perchè "Alla sostituzione della funzione del medico interdisciplinare per la notte con il ricorso alla reperibilità e la soluzione tampone della presenza di un cardiologo e di un medico di rianimazione non si garantisce un servizio del tutto ottimale ai pazienti. Non condividiamo - scrive D´Antona - l’atteggiamento remissivo del sindaco che, alla prova dei fatti, accetta senza alcuna reazione la soppressione di un servizio insostituibile.

Di fronte ad un ulteriore colpo ai servizi sanitari ed alla offerta assistenziale del nostro ospedale non si può rimanere inerti e la città e il suo comprensorio devono essere difesi e rappresentati. Occorre, come in altre precedenti occasioni, reagire, capire fino in fondo quello che è successo e pretendere soluzioni rapide ed efficaci.

In assenza di una azione del sindaco, a nome della città - conclude D´Antona - spetta al consiglio comunale farsi carico delle giuste proteste dei cittadini, assumere le necessarie iniziative, coinvolgendo anche i comuni limitrofi, adottare tutte quelle azioni necessarie a ripristinare il servizio e ad avviare un percorso per assicurare al comprensorio una qualità adeguata di servizi sanitari".